Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Trump-in-Italia-a-fine-maggio-Incontrera-presidente-Mattarella-e-papa-Francesco-e0c343d3-5b34-4e2f-aeaf-8dcca843eff5.html | rainews/live/ | true
MONDO

Primo viaggio all'estero del presidente Usa

Trump in Italia a fine maggio. Incontrerà il presidente Mattarella e papa Francesco

La Casa Bianca ha confermato oggi l'incontro con il Pontefice che avverrà in Vaticano il 24 maggio. Il 25 maggio sarà a Taormina per il G7. Altre tappe del viaggio del presidente Usa saranno Israele e Arabia Saudita

Condividi
"Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, incontrerà papa Francesco e il presidente italiano, Sergio Mattarella, nel suo prossimo viaggio a Roma, prima del vertice G7 di Taormina". Lo ha reso noto la Casa Bianca, in un comunicato sul primo viaggio all'estero del presidente Usa. "Con il Papa, Trump discuterà della cooperazione tra gli Stati Uniti e le comunità religiose in aree di interesse comune - prosegue il comunicato - Il presidente incontrerà anche, a Roma, il presidente Mattarella, che poi ospiterà il G7, per discutere di cooperazione multilaterale e di relazioni bilaterali tra Stati Uniti e Italia".

L'annuncio era stato dato dallo stesso presidente Usa: "La tolleranza è la pietra miliare della pace - ha detto - Per questo sono orgoglioso di fare uno storico annuncio questa mattina e condividere con voi che il mio primo viaggio all'estero come presidente sarà in Arabia Saudita, poi in Israele e poi in Vaticano a Roma". Trump incontrerà dunque Papa Francesco, mettendo fine alle polemiche in corso da settimane sul mancato incontro con il Pontefice che avrebbe fatto di Trump il primo presidente Usa dai tempi di Franklin D. Roosevelt a fare il suo primo viaggio in Italia senza incontrare il Pontefice.  

Anche la Santa Sede ha confermato in una nota la notizia: "Il Santo Padre Francesco riceverà S.E. Sig. Donald Trump, Presidente degli Stati Uniti d'America, mercoledì, 24 maggio 2017, alle 8:30 nel Palazzo Apostolico. Successivamente, il Presidente Trump incontrerà Sua Eminenza il Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato, accompagnato da S.E. Mons. Paul Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati.

L'annuncio della visita è stato fatto in occasione della firma da parte del presidente Usa di un ordine esecutivo sulle libertà religiose, destinato ad alleggerire il divieto all'attività politica di chiese e altre istituzioni che godono di esenzione fiscale. La misura prevede un "alleggerimento degli obblighi" per le organizzazioni che obiettano per motivi religiosi al punto dell'Obamacare che impone di fornire alcuni servizi sanitari, come la copertura per la contraccezione. "Non permetteremo che le persone di fede siano più prese di mira, bullizzate o zittite", ha dichiarato Trump secondo quanto riferito da Cnn. L'ordine, che dichiara che l'amministrazione "protegge e promuove con forza la libertà religiosa", non contiene disposizioni che permettano ad agenzie governative e imprese di negare servizi agli omosessuali in nome della libertà religiosa, come molte organizzazioni per i diritti temevano.

Ma la prima parte del viaggio di Donald Trump sarà dedicata alle visite in Arabia Saudita e in Israele a fine maggio. Con la visita a Roma il presidente Usa toccherà i luoghi santi delle tre religioni monoteiste. Al centro dei colloqui in Medio oriente, la lotta al terrorismo e la pace fra israeliani e palestinesi.

"Il presidente Trump - si legge nell'annuncio saudita - ha accettato l'invito di re Salman bin Abd Al-Aziz, Custode delle due Sante Moschee, a visitare il Regno di Arabia Saudita a fine mese La visita riaffermerà la forte partnership bilaterale e permetterà di discutere questioni di preoccupazione strategica, compresi gli sforzi per sconfiggere i gruppi terroristi e discreditare le ideologie radicali".

Trump ha accettato anche l'invito a recarsi in Israele, "dove - si legge in una nota della Casa Bianca -  rafforzerà ulteriormente la partnership fra i due Paesi. I leader discuteranno di una serie di questioni regionali compresa la necessità di contrastare le minacce poste dall'Iran e dai gruppi suoi alleati, oltre che dello Stato Islamico e altri gruppi terroristi. Discuteranno anche dei modi per far procedere una pace durevole e sincera fra israeliani e palestinesi". Nello stesso comunicato si specifica che Trump "incontrerà anche il leader palestinese Mahmoud Abbas con il quale parlerà dei modi per far progredire la pace fra israeliani e palestinesi, così come degli sforzi per sbloccare il
potenziale dell'economia palestinese".