Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Tunisi-premier-uno-dei-terroristi-morti-noto-a-polizia-92cee215-1fb8-4df5-a9ce-71dd524ea542.html | rainews/live/ | true
MONDO

Attacco al museo del Bardo

Tunisi, quattro arresti. Uno dei terroristi morti era noto alla polizia

Il premier tunisino Habib Essid ha affermato che non è stata ancora identificata l'organizzazione terroristica cui apparteneva il commando. La polizia ha arrestato quattro persone legate all'attacco   

Condividi
Quattro persone sono state arrestate per l'attentato a Tunisi. Lo ha annunciato la presidenza tunisina citata dai media francesi. Altri cinque sospetti sono interrogati dalla polizia.

I terroristi 
Yassine Laabidi, uno dei due terroristi uccisi nell'attacco, era già noto, segnalato e seguito dai servizi e dalla polizia. Lo ha detto il premier tunisino Habib Essid, aggiungendo che non è stata invece ancora identificata l'organizzazione terroristica cui apparteneva il commando. Il terrorista è stato ucciso nel blitz delle forze di sicurezza.  

L'altro terrorista identificato dalle forze dell’ordine, Jabeur Khachnaoui, era scomparso da tre mesi e aveva chiamato i suoi genitori con una scheda irachena. L'uomo aveva 35 anni ed era originario di Kasserine.

L'inchiesta della Procura di Roma
La procura di Roma ha aperto un'inchiesta in relazione alla strage avvenuta a Tunisi con il coinvolgimento di alcuni turisti italiani. Attentato con finalità di terrorismo è il reato ipotizzato dal pm Francesco Scavo. Il magistrato è in attesa di un rapporto dai carabinieri del Ros su quanto accaduto ai nostri connazionali.