Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Tutti-ad-Atene-Grillo-vola-da-Tsipras-con-Sel-e-sinistra-Pd-Salvini-Quest-Europa-un-disastro-1ee37696-c1b5-4ee3-9e73-b155d66c4c4f.html | rainews/live/ | true
MONDO

SI allarga il fronte anti-Euro

Tutti ad Atene: Grillo vola da Tsipras con Sel e sinistra Pd. Salvini: "Quest'Europa un disastro"

Il leader del M5S cavalca la rivolta contro Euro e austerity annunciando la sua presenza domenica 5 luglio in piazza Syntagma. Anche una delegazione di Sel e della sinistra Pd sarà ad Atene per il referendum. Anche il sindaco di Napoli De Magistris si schiera a sostegno della Grecia

Condividi
#TuttiAdAtene Il potere al popolo, non alle banche". Così su Twitter il leader del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo annuncia che domenica 5 luglio, giorno del referendum per il popolo ellenico, volerà in Grecia ad "abbracciare Tsipras. Grillo cavalca la rivolta contro l'Euro e "l'austerità imposta dai burocrati e dai banchieri". La speranza è festeggiare in piazza Syntagma l'esito del referendum chiesto dal premier greco sul piano dei creditori per il rientro del debito ellenico. 

"Domenica e lunedì sarò ad Atene insieme ad alcuni nostri portavoce del Parlamento italiano ed europeo per esprimere la solidarietà e vicinanza di tutto il M5S ai cittadini greci in questo momento di democrazia. Il potere al popolo, non alle banche", scrive Grillo sul blog.

Ad Atene anche Sel e sinistra Pd
E nella capitale greca sarà presente anche una delegazione di Sel, guidata da Nicola Fratoianni e Arturo Scotto, che già alle Europee si era presentata con il simbolo "Insieme per Tsipras", oltre che una piccola pattuglia di parlamentari della sinistra ex Pd.

De Magistris: "Napoli con Atene"
"Napoli con la Grecia, l'Europa si costruisce con i suoi popoli": questo lo striscione che da oggi è esposto ai balconi del secondo piano di Palazzo San Giacomo, sede della giunta partenopea. Da un lato c'è il simbolo del Comune di Napoli, dall'altro riprodotta la bandiera ellenica. "Non bisogna seguire i capitali finanziari ed i grandi banchieri - dice il sindaco Luigi de Magistris - così non si va da nessuna parte. L'Italia e la Grecia sono accomunati dalla storia, e Napoli e la Grecia, in particolare. Noi ci schieriamo: ho scritto una lettera al presidente dell'Anci, Fassino, e a tutti i sindaci; si deve decidere che Europa vogliamo costruire, l'Europa dei diritti e delle persone. Io credo che il governo deve e possa fare di più". 

Salvini: "L'Italia non è la Grecia ma deve avere coraggio"
"L'Italia non è la Grecia, ma non vorrei che, facendo finta di niente e andando avanti con le chiacchiere renziane, arrivassimo a quei livelli. Sono convinto che l'Italia ce la possa fare ma deve avere coraggio". Così il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini, circa la trattativa tra Grecia e Ue a margine di una festa del Carroccio a Genova. "Questa Europa - ha aggiunto Salvini - è un disastro. Le regole europee sono dei disastri, i trattati europei sono da rivedere uno per uno, la moneta è una moneta evidentemente sbagliata quindi, prima di morire di fame e disoccupazione, è meglio fermarsi e ridiscutere tutto, ricostruirla da capo, magari con più senso, con più lavoro e possibilmente - ha concluso - non con 29 Paesi perchè è un'Europa senz'anima, senza una ragione comune in questo momento".