Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Twitter-delude-le-aspettative-e-crolla-in-borsa-a-New-York-63393613-e782-4abc-815b-eb44e8e8c966.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Wall Street

Twitter delude le aspettative e crolla in Borsa a New York

Nel terzo trimestre dell'anno Twitter ha messo a segno ricavi in crescita del 58%. Tuttavia le previsioni per il quarto trimestre sono inferiori alle attese e il titolo crolla in Borsa. Resta il problema della lenta crescita degli utenti. Apple invece, trainata dalle vendite degli iPhone, segna utili e ricavi al di sopra delle previsioni

Condividi
Twitter chiude il terzo trimestre in rosso per 131,7 milioni di dollari, in calo rispetto ai 175,5 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. I ricavi sono saliti del 58%.

Per il quarto trimestre, tuttavia, Twitter prevede ricavi per 695-700 milioni, sotto le attese degli analisti. Le deboli previsioni affondano il titolo nelle contrattazioni after hours a Wall Street, dove perde il 10,82%.

Per Twitter continua a esserci un problema di crescita degli utenti, che è ancora molto lenta. Il gruppo ha detto che gli utenti attivi mensili sono 321 milioni, in crescita dell'1,6% rispetto a 316 milioni del trimestre precedente.

Si tratta di un periodo molto difficile per il social network. Nel giugno scorso l'amministratore delegato, Dick Costolo, aveva lasciato il gruppo e il suo posto era stato preso prima ad interim (ora a tempo pieno) dal fondatore Jack Dorsey. Questo mese Twitter ha annunciato di voler tagliare l'8% della sua forza globale (336 posti di lavoro). Negli ultimi 12 mesi le azioni del gruppo hanno perso circa il 36% a Wall Street. 

Apple, utile e ricavi salgono oltre attese, vendite iPhone +36%
Utile e ricavi in crescita per Apple nel quarto trimestre, che si è concluso il 26 settembre, con un aumento del 36% delle vendite di iPhone guidate dal lancio dei modelli 6S e 6S Plus il mese scorso. L'utile netto è salito a 11,12 miliardi di dollari (pari a 1,96 dollari per azione) dagli 8,47 miliardi (pari a 1,42 dollari per azione) del 2014. I ricavi invece sono saliti del 22% circa a 51,5 miliardi di dollari. Si tratta di risultati al di sopra delle attese degli analisti.