Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Ucraina-6-civili-uccisi-negli-scontri-a-Donetsk-Osservatori-Osce-sotto-fuoco-mortai-8bb9ce9f-8383-4b91-a1c2-2754a1a4e400.html | rainews/live/ | true
MONDO

A Kiev le armi dei paesi Nato

Ucraina: 6 civili uccisi negli scontri a Donetsk. Osservatori Osce sotto il fuoco dei mortai

Iniziate le esercitazioni militare a ovest con Usa e altri 13 paesi. Nuovo record negativo per il rublo russo sulla scia delle nuove sanzioni che hanno colpito Mosca

Condividi
Ucraina, elicotteri di Kiev (LaPresse)
Non regge la tregua in Ucraina, nell'est del paese la tensione resta altissima. Sei civili sono morti in scontri avvenuti nella tarda serata di ieri a Donetsk. Stamane gli osservatori dell'Osce, in missione proprio nella roccaforte separatista, hanno denunciato di essere finiti sono il fuoco di vari colpi di mortaio mentre pattugliavano la zona di un mercato.

Il presidente ucraino Poroshenko accelera per chiudere l'accordo di associazione con l'Ue. Il testo sarà sottoposto oggi al parlamento, la ratifica è prevista per domani. Ad ovest, nella regione di Leopoli, intanto sono cominciate le esercitazioni militari di Usa ad altri 13 paesi. Mentre a Mosca cominciano a farsi sentire le conseguenze delle sanzioni: la moneta registra un nuovo record negativo sul dollaro, che per la prima volta supera i 38 rubli.

Sei civili morti a Donetsk
Il vice sindaco, Konstatin Savinov, ha riferito alla tv '112 Ukraina' che "ieri sera, in seguito a conflitti a fuoco, la città di Donetsk ha perso sei civili". Cinque residenti, ha aggiunto, sono morti nel luogo dell' esplosione di un ordigno, un altro in ospedale.

Kiev, in arrivo armi dai Paesi della Nato
I paesi Nato hanno cominciato a consegnare armi a Kiev per aiutarla a combattere i separatisti filorussi nell'est del Paese: l'annuncio dato domenica sera dal ministro della Difesa ucraino, Valeri Gheletei, rimbalza oggi su vari media ucraini e russi. Gheletei ha riferito di aver discusso di forniture di armi in incontri bilaterali con ministri della difesa al recente summit gallese dell'Alleanza. Nessun dettaglio però sui paesi da cui le armi sarebbero partite.