Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Ucraina-il-presidente-Turchynov-Mosca-ritiri-le-truppe-e-metta-fine-al-ricatto-efa7fe68-383e-41a9-8418-141328eadad1.html | rainews/live/ | true
MONDO

La situazione preoccupa a livello internazionale

Ucraina, il presidente Turchynov: "Mosca ritiri le truppe e metta fine al ricatto"

Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon: "Azione militare da evitare a tutti i costi". L'alto rappresentante della politica estera Ue, Catherine Ashton: "Tutte le parti devono attenersi alla dichiarazione di Ginevra del 17 aprile". Oggi Mosca ha annunciato di aver avviato nuove esercitazioni militari al confine con l'Ucraina: "Siamo costretti a reagire alla macchina militare di Kiev e alle esercitazioni della Nato" 

Condividi
Ucraina (AP)
Mosca metta fine al "ricatto" contro Kiev e ritiri le sue truppe dal confine.  E' il monito che arriva dal presidente ad interim ucraino, Oleksander Turchynov, dopo che la Russia ha annunciato l'avvio di esercitazioni in risposta all'operazione 'antiterrorismo' di Kiev. "Non indietreggeremo dinanzi alla minaccia terroristica - ha detto - Noi chiediamo che la Russia smetta di interferire nei nostri affari interni. Cessi il ricatto e le minacce e ritiri le sue truppe dal confine con l'est". Turchynov ha poi accusato Mosca di "sostenere apertamente gli assassini e i terroristi" in Ucraina.

La Nato: "La Russia sta facendo minacce velate all'Ucraina"
La situazione in Ucraina suscita reazioni e preoccupazione a livello internazionale. La Russia sta facendo "minacce velate" all'Ucraina e dovrebbe ritirare i suoi soldati nelle caserme. Lo ha dichiarato il vice segretario generale della Nato, Alexander Vershbow. 

Onu, Ban Ki-Moon: "Azione militare da evitare a tutti i costi"
Il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, è "profondamente preoccupato" per le continue violenze nella parte orientale dell'Ucraina che hanno portato a uccisioni, ulteriore instabilità, e che stanno contribuendo a creare un clima di paura e di ansia. Lo ha fatto sapere un portavoce del Palazzo di Vetro. Ban è seriamente preoccupato che "la situazione divenga rapidamente fuori controllo con conseguenze imprevedibili". Per questo il segretario generale sottolinea la necessità che tutte le parti rispettino gli impegni assunti con la Dichiarazione di Ginevra: "L'azione militare - afferma - deve essere evitata a tutti i costi". 

L'Ue richiama le parti al rispetto dell'accordo Ginevra
Sulla stessa linea l'alto rappresentante della politica estera Ue Catherine Ashton: "Tutte le parti devono attenersi alla dichiarazione di Ginevra del 17 aprile, assicurarsi che venga attuata anche facendo leva sui gruppi armati illegali affinché fermino violenze e provocazioni". La Ashton è "preoccupata dalle ultime notizie dall'Ucraina, in particolare rapimenti, torture e uccisioni", e chiede la "fine delle violenze" da parte di tutti.