Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Usa-Di-Maio-Via-della-Seta-non-alleanza-geopolitica-c74f25ae-d113-478e-a806-f9cfebe1de39.html | rainews/live/ | true
MONDO

"L'Italia lavorerà per favorire negoziato Usa-Ue sui dazi"

Usa, Di Maio: Via della Seta non è alleanza geopolitica

Il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico ha incontrato a Washington il segretario al Commercio americano Wilbur Ross: "L'accordo con la Cina è occasione commerciale". Il portavoce del ministero del Commercio cinese Feng: "Lavoreremo insieme alla costruzione in Italia dei porti settentrionali"

Condividi
Il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, ha incontrato a Washington il segretario al Commercio americano Wilbur Ross: "L'ho rassicurato sull'accordo sulla Via della seta con la Cina e gli ho ribadito che non si tratta di un'alleanza geopolitica, ma di un'occasione commerciale per le aziende italiane. E che il rischio - ha aggiunto Di Maio - era che venissimo scavalcati da altri paesi".

E proprio sul futuro della Via della Seta ha parlato il portavoce del ministero del Commercio cinese Gao Feng: "Lavoreremo insieme per allineare l'iniziativa Belt and Road alla costruzione in Italia dei porti settentrionali rafforzando la cooperazione a beneficio reciproco. La Cina ha un mercato in espansione - ha aggiunto - e l'Italia ha un gran numero di aziende eccellenti, soprattutto Pmi", aggiungendo che la cooperazione si amplierà a un'ampia gamma di prodotti e servizi.

L'incontro con i big della Silicon Valley
Di Maio ha incontrato a Washington i big dell'hi-tech e della Silicon Valley, con i quali l'Italia intende lavorare al progetto di digitalizzazione del Paese.  All'incontro, avvenuto nella sede dell'ambasciata d'Italia, erano presenti i rappresentanti di Airbnb, Amazon, Apple, eBay, Facebook, Google, Ibm, Microsoft, Saleforce, Tesla e Virgin Galactic. "Il nostro interesse - ha detto il vicepremier - è anche quello di promuovere il nuovo fondo sull'innovazione".

Dobbiamo adeguare la nostra normativa alle nuove esigenze tecnologiche, dalla blockchain all'intelligenza artificiale", ha spiegato Di Maio, sottolineando come ci siano "normative che che ostacolano l'innovazione e non la proteggono". "Noi invece l'innovazione la vogliamo promuovere e il fondo da un miliardi di euro di fondi pubblici che partirà da aprile sarà aperto anche ai privati. Chi dunque meglio di questi partner - ha concluso il ministro del Sviluppo economico - per avviare e sviluppare questi investimenti".

Dazi, favorire negoziato Usa-Ue
"L'Italia lavorerà per favorire un'accelerazione nei negoziati commerciali" tra l'Unione europea e gli Stati Uniti, quelli avviati dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e dal presidente americano Donald Trump. E' l'impegno preso dal vicepremier.

"Nessun problema per Dl crescita"
"Non ho notizie di problemi sul decreto crescita. E' un provvedimento molto importante e articolato, se non andrà in Consiglio dei ministri venerdì ci arriverà lunedì", ha poi  detto Di Maio da Washington, spiegando di aver parlato in serata con il premier Giuseppe Conte e con i rappresentanti dei ministeri dello Sviluppo economico e dell'Economia.