Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Usa-e-Ue-condannano-le-uccisioni-sommarie-in-Afghanistan-6f961b89-bc2c-4d03-abb4-0d30a0814b6f.html | rainews/live/ | true
MONDO

La dichiarazione

Usa e Ue condannano le "uccisioni sommarie" in Afghanistan

Condividi
Gli Stati Uniti e i loro alleati occidentali hanno accusato il regime talebano di "esecuzioni sommarie" di ex membri delle forze di sicurezza afghane e chiesto indagini rapide in base alle rivelazioni di organizzazioni per i diritti umani.

"Siamo profondamente preoccupati per le notizie di uccisioni sommarie e sparizioni forzate di ex membri delle forze di sicurezza afghane, come documentato da Human Rights Watch e altri", si legge in una dichiarazione di Stati Uniti, Unione Europea, Australia, Gran Bretagna, Giappone, Canada, Romania, Ucraina, e altri, rilasciata dal Dipartimento di Stato.

"Sottolineiamo che le presunte azioni costituiscono gravi violazioni dei diritti umani e contraddicono l'amnistia annunciata dai talebani", afferma la dichiarazione, invitando i nuovi governanti dell'Afghanistan a garantire che l'amnistia sia applicata e "sostenuta in tutto il paese e tra le loro file".

All'inizio di questa settimana Human Rights Watch (HRW) ha pubblicato un rapporto che documenta l'esecuzione sommaria o la sparizione forzata di 47 ex membri delle forze di sicurezza nazionali afghane, altro personale militare, polizia e agenti dei servizi segreti "che si erano arresi o erano stati arrestati da forze talebane" da metà agosto a ottobre.

I firmatari chiedono rapide indagini dei casi segnalati, l'individuazione dei responsabili in un processo che dovrà avvenire in modo trasparente e pubblico come deterrente per ulteriori omicidi e sparizioni. "Continueremo a misurare i talebani dalle loro azioni", conclude la dichiarazione.