Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Usa-la-Casa-Bianca-nega-documenti-per-indagine-sul-Russiagate-f1859c76-1757-472e-8478-5cfd38ec6a19.html | rainews/live/ | true
MONDO

Usa, la Casa Bianca nega i documenti per indagine sul Russiagate

Respinte le richieste dei parlamentari su Michael Flynn

Condividi
L'ex consigliere Flynn
La Casa Bianca si è rifiutata di fornire ai deputati che indagano sul Russia-gate informazioni e documenti legati all'ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, costretto a dimettersi per aver mentito al vice presidente Mike Pence di aver discusso di sanzioni con l'ambasciatore russo in Usa.

Gli atti negati riguardano il nulla osta di sicurezza e pagamenti ricevuti da organizzazioni legate al governo russo e turco.

Sei le richieste della commissione che indaga ma la Casa Bianca ha usato vari motivi per opporsi.

Casa Bianca non in grado di dire se Flynn abbia violato legge
La Casa Bianca non è in grado di dire se Flynn possa aver violato la legge in relazione ai suoi viaggi all'estero (a Mosca) e ai soldi ricevuti da governi stranieri (Russia e Turchia) quando era consigliere della campagna di Trump, come ipotizzato dai vertici della commissione della Camera che indaga sul Russiagate. Lo ha detto il portavoce Sean Spicer, precisando che tutto risale al periodo precedente all'insediamento di Trump alla Casa Bianca.

Giudice blocca ordine contro 'città santuario'
Intanto, arriva un nuovo stop giudiziario per Trump: un giudice federale di San Francisco ha bloccato temporaneamente un ordine della sua amministrazione per bloccare i fondi alle cosiddette città santuario, ossia quelle che offrono ospitalità e assistenza agli immigrati irregolari. Il ricorso era stato avanzato da due contee californiane, che temono di perdere miliardi di dollari. In precedenza i giudici hanno bloccato le due versione del suo 'bando anti musulmani'.