Original qstring: refresh_ce | /dl/archivio-rainews/articoli/Usa-sparatoria-al-Pentagono-muore-un-agente-di-polizia-67c2e48b-3a92-4d6f-a512-609f7c3dbcd6.html | rainews/live/ | true
MONDO

Usa: sparatoria al Pentagono, muore un agente di polizia

Condividi
Un poliziotto è morto dopo essere stato accoltellato durante le violenze scoppiate alla fermata dei bus fuori dal Pentagono. Lo hanno detto le forze dell'ordine.

Il Pentagono, il quartier generale della Difesa Usa, è stato temporaneamente bloccato dopo che sono stati sparati colpi di arma da fuoco vicino all'ingresso dell'edificio. Un ufficiale di polizia del Pentagono è stato pugnalato, e in seguito è morto, secondo quanto hanno riferito alcuni funzionari all'Associated Press a condizione dell'anonimato.

Maggiori dettagli sulla violenza erano attesi in una conferenza stampa del Pentagono. La connessione tra la sparatoria e l'accoltellamento dell'ufficiale non è stata immediatamente chiara. Le autorità non hanno fornito immediatamente dettagli o la sequenza degli eventi.

L'incidente è avvenuto su una piattaforma di autobus della metropolitana che fa parte del Pentagon Transit Center, ha twittato la Pentagon Protection Force Protection Agency. La struttura è a pochi passi dall'edificio del Pentagono, che si trova nella contea di Arlington, in Virginia, appena oltre il fiume Potomac da Washington, D.C.

Un giornalista dell'Associated Press vicino all'edificio ha sentito diversi colpi di pistola, poi una pausa, poi almeno un altro colpo. Un altro giornalista di AP ha sentito la polizia urlare "sparatutto".

Un annuncio del Pentagono ha detto che la struttura era chiusa a causa di "attività di polizia". L'agenzia responsabile della sicurezza presso l'edificio, la Pentagon Force Protection Agency, ha twittato poco prima di mezzogiorno che la scena dell'incidente era sicura. Il blocco è stato revocato ad eccezione dell'area intorno alla scena del crimine.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin e il generale Mark Milley, presidente del Joint Chiefs of Staff, erano alla riunione della Casa Bianca con il presidente Joe Biden, al momento della sparatoria.

Nel 2010, due agenti della Pentagon Force Protection Agency sono rimasti feriti quando un uomo armato si è avvicinato a loro in un'area di controllo di sicurezza. Gli agenti, sopravvissuti, hanno risposto al fuoco, ferendo a morte il sicario, identificato come John Patrick Bedell.