Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Vaccini-al-via-vaccinazioni-in-farmacia-Genova-la-prima-in-Italia-d8ec49c8-0b97-493f-90d9-c71a19ae3f39.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Esclusi dalla vaccinazione i soggetti ad estrema vulnerabilità

Vaccini, al via vaccinazioni in farmacia: Genova la prima in Italia

"Un esempio importante" ha detto il sindaco Marco Bucci. "La campagna a regime potrà coinvolgere circa 400 persone al giorno della fascia d'età 70-79". Toti: "Liguria anche oggi all'avanguardia"

Condividi
Iniziate a Genova le vaccinazioni in farmacia. "Genova è la prima in Italia a somministrare vaccini in farmacia. Un esempio importante - ha detto il sindaco di Genova, Marco Bucci -, un grosso passo avanti per tutta l'Italia". La campagna vaccinale coinvolge al momento 52 farmacie e, a regime, potrà coinvolgere circa 400 persone al giorno della fascia d'età 70-79, ma non i soggetti cosiddetti 'ultrafragili'.

Toti: "Liguria anche oggi all'avanguardia"
"La Liguria quando vuole arriva prima di tutti quanti - ha detto il presidente della Liguria,Giovanni Toti - e anche stavolta siamo arrivati prima di tutti gli altri. Credo che essere all'avanguardia in questo senso non ci dia solo una mano a risolvere il problema della pandemia oggi e della campagna vaccinale che certamente crescerà non appena arriveranno nuovi vaccini ma che dia anche un presidio strutturale a quella che sarà la nostra convivenza con il Covid negli anni a venire, quando dovremo fare campagne di vaccinazioni, richiami. Non sappiamo ancora quanto durerà tutto questo - ha detto ancora il governatore - , ma strutturare una rete territoriale in grado di accompagnare il cittadino credo che sia quel che stiamo facendo oggi. Includere la farmacia a pieno titolo nell'espressione del servizio sanitario che si prende carico del cittadino quartiere per quartiere,città per città della nostra Regione  credo che sia un ulteriore passo avanti".

Ieri il via libera alle vaccinazioni in farmacia
Via libera alle vaccinazioni anti-Covid nelle farmacie: i farmacisti possono somministrare direttamente il vaccino, previa la frequenza di corsi di abilitazione organizzati dall'Istituto superiore di sanità, ma saranno esclusi dalla vaccinazione i soggetti ad estrema vulnerabilità o chi abbia avuto pregresse reazioni allergiche gravi. Le modalità operative per la partecipazione dei farmacisti alla campagna vaccinale sono indicate nell''Accordo quadro tra governo, regioni-ppaa, Federfarma eAssofarm per la somministrazione da parte dei farmacisti dei vaccini anti SarsCov2', firmato ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza.   Nell'Accordo - che definisce la cornice nazionale e le modalità per il coinvolgimento, su base volontaria, dei farmacisti - si precisa innanzitutto che le attività di prenotazione e esecuzione dei vaccini verranno eseguite dalle farmacie "secondo i programmi di individuazione della popolazione target previamente definiti dalle autorità sanitarie e seguendo i criteri di priorità" per la popolazione.

Zingaretti: per i vaccini in farmacia ci sarà un portale
"Ieri abbiamo avuto una riunione con Federfarma: ci sarà un portale in cui si potrà scegliere la farmacia" dove ricevere il vaccino monodose ha spiegato il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, ospite a Mattino Cinque. "I medici di medicina generale si muoveranno sulle loro liste. L'importante sarà chiarire al cittadino come e dove entrare nel sistema vaccinale e per ora questo non ha creato grossi problemi. Quando la rete sarà più grande secondo me i problemi diminuiranno, non cresceranno: dateci i vaccini e vedrete".