Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Vatileaks-Papa-Rubare-i-documenti-un-reato-non-fermeranno-le-riforme-129aee79-1b95-4525-8e75-21d19b5a9946.html | rainews/live/ | true
MONDO

Vaticano

Vatileaks 2, Papa: "Rubare i documenti è un reato ma non fermeranno le riforme"

Il Papa all'Angelus usa parole dure per commentare il nuovo scandalo: "Un atto deplorevole che non aiuta". Ai fedeli: "Vi ringrazio per il sostegno"

Condividi
"Rubare è un reato, far uscire quei documenti è stato uno sbaglio". Papa Francesco all'Angelus commenta così il nuovo scandalo Vatileaks e usa parole dure: "è un atto deplorevole che non aiuta".  

"Io stesso - spiega - avevo chiesto di fare quello studio, e quei documenti io e i miei collaboratori già li conoscevamo bene. Avevamo iniziato delle riforme che stavano già dando dei frutti. Alcuni visibili". Questo triste fatto però, aggiunge il Pontefice, "non mi distoglie certamente dal lavoro di riforma che stiamo portando avanti con i miei collaboratori e con il sostegno di tutti voi. Sì, con il sostegno di tutta la Chiesa, perché la Chiesa si rinnova con la preghiera e con la santità quotidiana di ogni battezzato".

Francesco si rivolge quindi ai fedeli in piazza San Pietro: "Vi ringrazio e vi chiedo di continuare a pregare per il Papa e per la Chiesa, senza lasciarvi turbare ma andando avanti con fiducia e speranza".