Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Ventimiglia-gruppo-di-migranti-lascia-la-scogliera-Presunti-casi-di-scabbia-5e87c7b7-82b3-49e9-8f77-522692cea39b.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Immigrazione

Immigrazione, a Ventimiglia un'altra notte sugli scogli per 100 migranti. Sospetti casi di scabbia

Gli stranieri avrebbero avanzato la richiesta per sottoposti a visita medica. A preoccupare è anche l'inizio del Ramadan, che impone ai musulmani un mese di digiuno dall'alba al tramonto

Condividi
Ventimiglia, il dramma dei migranti bloccati tra Italia e Francia (LaPresse)
Un gruppo di migranti che da cinque giorni si trova sugli scogli di Ponte San Ludovico al confine con la Francia ha chiesto spontaneamente alla Croce Rossa di poter lasciare la scogliera e recarsi alla stazione di Ventimiglia. 

Gli stranieri avrebbero avanzato la richiesta per sottoposti a visita medica per sospetti casi di scabbia. A preoccupare è anche l'inizio del Ramadan, che impone ai musulmani un mese di digiuno dall'alba al tramonto, e potrebbe ulteriormente peggiorare le condizioni di salute dei migranti.

L'ultima notte dei migranti ancora in attesa di passare la frontiera francese è comunque trascorsa tranquilla grazie sia all'assistenza dei volontari della Croce Rossa che distribuiscono acqua, bevande calde e cibo sia alla generosità dei cittadini che hanno portato ombrelloni, coperte e vestiti per i profughi sulla scogliera.

Nella stazione della cittadina di frontiera si trovano circa 200 stranieri provenienti dai paesi africani, ma la situazione per ora è tranquilla. Secondo quanto riferito dal sindaco, Enrico Ioculano, sarà pronta entro sera una struttura messa a disposizione da Trenitalia per accogliere molti dei profughi presenti in città e liberare così anche i corridoi e le sale della stazione ferroviaria.