Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/Volkswagen-dopo-lo-scandalo-emissioni-tagli-un-miliardo-di-tagli-agli-investimenti-7d40866d-0cd3-452a-b76c-c7a486feb576.html | rainews/live/ | true
MONDO

E' la prima volta dal 2009 che il gruppo riduce la spesa in conto capitale

Volkswagen, dopo lo scandalo emissioni tagli per un miliardo agli investimenti

Per fronteggiare gli enormi costi del Dieselgate, Volkswagen taglia gli investimenti  di un miliardo. Intanto l'Agenzia per la protezione ambientale americana amplia l'indiagine ai modelli diesel del 2009

Condividi
La Volkswagen annuncia un taglio di circa 12 miliardi di euro di spese in conto capitale l'anno prossimo, a causa del dieselgate. La compagnia rivedrà o rinvierà gli investimenti non destinati ai nuovi prodotti e
dirotterà quelli in beni durevoli nelle tecnologie alternative come le auto elettriche ed ibride,  aumentandoli di 100 milioni di euro. Lo rende noto l'amministratore delegato, Matthias
Mueller. E' la prima volta dal 2009 che VolksWagen taglia la spesa in conto capitale. 

In Germania il 50% degli investimenti
Il ceo ha precisato che circa il 50 per cento degli investimenti saranno indirizzati dal gruppo nelle 28 sedi in Germania. Mueller ha anche annunciato che la costruzione del nuovo centro di progettazione in programma a Wolfsburg è stata messa in attesa, per un risparmio di circa 100 milioni di euro. Inoltre, sarà esaminata la costruzione di un reparto di verniciatura in Messico.

Sarà cancellato o rimandato quanto non essenziale
"Stiamo operando in una fase difficile e volatile - spiega l'amministratore delegato, - tutti i programmati  investimenti dovranno tener conto delle priorita' e qualsiasi cosa non sia assolutamente necessaria sarà cancellata o rinviata". 

Faremo di tutto per mantenere dipendenti a bordo
"Insieme ai rappresentanti dei lavoratori continueremo a fare di tutto, per mantenere i dipendenti a bordo", ha detto  Mueller, oggi a Wolfsburg, a margine del consiglio di sorveglianza, annunciando un taglio agli investimenti per fronteggiare i costi del dieselgate.

Usa ampliano indagini su auto diesel
L'agenzia per la protezione ambientale americana amplia le indagini sulle auto diesel Volkswagen. Il software che ha consentito di ingannare sulle emissioni potrebbe essere infatti anche su modelli del 2009. Lo riporta la stampa americana.  L'Epa ha incontrato nelle ultime ore esponenti di Volkswagen e Audi che avrebbero ammesso che i problemi sulle auto diesel riguarderebbero un numero maggiori di
veicoli di quanto inizialmente stimato. I problemi riscontrati dalle autorità americane risalirebbero fino al 2009 e riguarderebbero tutte le auto con motore diesel da 3 litri vendute da Volkswagen. Le autorità americane hanno finora indagato alcuni modelli del 2014-2016 e 482.000 auto con motori diesel da 2 litri del 2009-2015. Volkswagen deve presentare nelle prossime ore alle autorità della California la propria ricetta per risolvere il problema sulle 482.000 auto che ha da subito ammesso aver modificato per superare i test sull'inquinamento.