Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/acqua-inquinamento-ue-orizon-4b9defd6-cca0-4765-b9ec-b979e31affa3.html | rainews/live/ | true
SALUTE

Approvvigionamento sicuro è l'obiettivo del programma Horizon 2020

UE: 50 mln di euro contro l'acqua inquinata

L’Unione Europea mette a disposizione 50 milioni di euro per finanziare 11 progetti di ricerca contro l'inquinamento dell'acqua dai metalli pesanti

Condividi
Roma
L’Unione Europea mette a disposizione 50 milioni di euro per finanziare 11 progetti di ricerca per proteggere l’acqua dall’inquinamento. Grazie alle biotecnologie si combatterà l’inquinamento causato dai metalli pesanti nelle acque di scolo, con un nuovo sistema combinato di acquacoltura e idroponia nelle produzioni agricole, una sorta di gestione “intelligente” delle reti di distribuzione dell'acqua.
 
Gli 11 progetti approvati, infatti, verranno finanziati con 50 milioni provenienti dai fondi UE, grazie al settimo programma quadro su ricerca e sviluppo tecnologico, con lo scopo di promuovere soluzioni innovative per le sfide relative al settore dell'acqua.

Coinvolti 19 paesi europei 
Nei progetti sono impegnati 179 partner provenienti da organizzazioni di ricerca e aziende private, di cui oltre 70 sono piccole e medie imprese, in 19 paesi europei.

Programma Horizon 2020  
"L'acqua è molto probabilmente la risorsa più preziosa e gestirla è una delle più grandi sfide. Questo progetto ci aiuterà a trovare soluzioni innovative ai maggiori problemi che oggi affrontiamo, come mantenere la qualità dell'acqua ed affrontare la scarsità di questa risorsa", ha commento Maire Geoghegan-Quinn, commissaria europea per la ricerca.
Garantire un approvvigionamento idrico sicuro resta un obiettivo chiave anche nell'ambito del programma Horizon 2020, "l'obiettivo è quello di sviluppare nuove tecnologie che creeranno anche nuove opportunità di mercato per l'industria", ha concluso la commissaria.