Original qstring: refresh_ce | /dl/archivio-rainews/articoli/amazon-alphabet-guadagni-16e0c372-5745-476f-a8da-ef47ff318390.html | rainews/live/ | true
TECH

Big Tech

Terzo Trimestre. Amazon, Alphabet e Apple chiudono con ricavi oltre le aspettative

Amazon chiude il terzo trimestre con ricavi +37% a 96,1 miliardi di dollari. Google +46,2 miliardi di dollari, in crescita del 14% su base annua e un utile netto di 11,2 miliardi. Apple ricava 64,69 miliardi di dollari e un utile netto di 12,67 miliardi ma scivola a -4,89% a causa dell'indebolirsi delle vendite di iPhone 

Condividi
Gli utili di tutto il settore tecnologico si chiudono oltre le attese degli investitori, big tech come Apple, Alphabet, Facebook, Amazon e Twitter.

Amazon chiude il terzo trimestre con ricavi in aumento del 37% a 96,1 miliardi di dollari. L'utile per azione si è attestato a 12,37 dollari. I risultati sono sopra le attese degli analisti, che scommettevano su 92,7 miliardi di dollari di ricavi e su un utile per azione di 7,55 dollari.  

Anche Alphabet archivia il III trimestre oltre le attese con un utile netto di oltre 11,2 miliardi di dollari. La società - casa madre di Google - è decollata del 9% in Borsa dopo la chiusura dei mercati, grazie a risultati trimestrali ben al di sopra delle aspettative, incluso l'utile netto per azione a 16, 40 dollari invece degli 11 dollari previsti dagli analisti.

Il gigante della ricerca su Internet ha visto le sue entrate pubblicitarie rimbalzare da luglio a settembre dopo il crollo registrato durante il lockdown, anche sulla sua piattaforma video YouTube. Google ha incassato 46,2 miliardi di dollari, in crescita del 14% su base annua, per un utile netto di 11,2 miliardi. Gli inserzionisti si sono rivolti al sistema pubblicitario di Google per far conoscere agli acquirenti le offerte di servizi mentre l'economia è in ripresa. Negli ultimi mesi, Google ha smesso di addebitare ai commercianti alcuni spazi promozionali e ha emesso sovvenzioni per aiutare altre aziende ad acquistare annunci. 

III trimestre positivo anche per Apple che ha riportato entrate e profitti che hanno superato le aspettative di Wall Street, con un continuo boom delle vendite di Mac e accessori come AirPods, che in parte ha contribuito a compensare il calo delle vendite di iPhone mentre i clienti aspettavano nuovi modelli. La casa di Cupertino ha archiviato il III trimestre con ricavi per 64,69 miliardi di dollari e un utile netto di 12,67 miliardi.

Tuttavia l'indebolirsi delle vendite di iPhone fanno scivolare il titolo al -4,89% a Wall Street. Le entrate dagli iPhone, che rappresentano circa la metà delle entrate totali, sono scese a 26,4 miliardi dai 33,4 miliardi dell'anno precedente, sotto le stime a 27,93 miliardi. I ricavi delle attività di servizi di Apple, tra cui Apple News, Apple TV + e iCloud, sono cresciuti a 14,55 miliardi di dollari da 12,5 miliardi, oltre i 14,12 miliardi stimati. Apple ha annunciato un utile per azione di 0,73 dollari su ricavi di 64,70 miliardi di dollari.