Original qstring: refresh_ce | /dl/archivio-rainews/articoli/ambasciatore-russo-turchia-morto-andrey-karlov-ucciso-da-agenti-killer-de7618f0-5e0d-45dc-b66d-a1a57f512a15.html | rainews/live/ | true
MONDO

Turchia

Morto l'ambasciatore russo in Turchia Andrey Karlov. Ucciso dalla polizia il killer

Il diplomatico è stato ucciso a colpi di pistola mentre teneva un discorso a una mostra d'arte nella capitale. L'attentatore, un poliziotto turco di 22 anni, ha gridato "Questo è per Aleppo" e ha fatto fuoco. Poi è stato ucciso dalla polizia. Il presidente turco Erdogan ha chiamato il capo del Cremlino, Putin

Condividi
Andrey Karlov (AP)
L'ambasciatore russo ad Ankara, Andrey Karlov, è stato ucciso a colpi di pistola nella capitale turca. Il diplomatico russo stava tenendo un discorso all'inaugurazione della mostra 'La Russia vista dai turchi'  quando un giovane gli ha sparato. L'omicida ha aperto il fuoco alla Galleria di Arte contemporanea di Ankara. L'attentatore è poi stato ucciso dalla polizia turca, mentre l'ambasciatore è morto in ospedale per le ferite riportate. "Noi moriamo ad Aleppo, tu muori qui". Questa una delle frasi che il killer avrebbe urlato.

L'attentatore si chiamava Mevlut Mert Altintas ed era un agente di polizia, secondo il quotidiano Yeni Safak. L'uomo aveva 22 anni, era nato a Soke, nella provincia di Aydin, nell'ovest del paese. La sua formazione in polizia è avvenuta alla scuola di Smirne. Il fatto si è verificato alla vigilia della riunione a Mosca tra ministri degli Esteri di Russia, Iran e Turchia per discutere della situazione ad Aleppo.

Erdogan chiama Putin
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha chiamato Vladimir Putin. "Il nostro presidente della Repubblica ha chiamato al telefono il presidente russo per informarlo sull'attacco", ha detto il portavoce di Erdogan Ibrahim Kalin citato dall'agenzia di stampa Anadolu. 

Putin: una provocazione
"Dobbiamo sapere chi ha guidato la mano dell'assassino", ha affermato Putin e ha annunciato un rafforzamento della lotta al terrorismo. "I banditi se ne accorgeranno", ha detto il presidente russo citato dall'Interfax. Il leader del Cremlino ha denunciato l'attacco come una "provocazione", così come ha fatto Erdogan.



Arrivano intanto i primi messaggi di condanna. L'alta rappresentante per la Politica estera dell'Unione europea, Federica Mogherini ha espresso "solidarietà" alla Russia. "L'Ue condanna nel modo più energico possibile questo attacco contro il rappresentante del suo Paese in Turchia", ha dichiarato in un messaggio diretto al ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.

Anche il nostro ministro degli Esteri, Angelino Alfano ha condannato quanto accaduto: ''Il governo italiano è vicino alla famiglia dell'ambasciatore Karlov e manifesta la propria sentita solidarietà alla Russia. Questa tragedia ci rafforza ulteriormente nella convinzione di dover dare massima priorità alla lotta contro il terrorismo in un quadro di intensa cooperazione con tutti i partner internazionali''.

"Gli Usa condannano fortemente l'uccisione ad Ankara dell'ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov, che avrebbe lasciato ferite anche altre persone": lo si legge in una nota della Casa Bianca. "Questo odioso attacco ad un membro del corpo diplomatico è inaccettabile, e noi stiamo con la Russia e con la Turchia nella nostra determinazione di fronteggiare il terrorismo in tutte le sue forme", prosegue la nota, che esprime anche le condoglianze ai famigliari dell'ambasciatore, al popolo e al governo russi.

Ad Ankara cresce la tensione
"Notizie di spari vicino all'ambasciata Usa ad Ankara, in Turchia. Ai cittadini statunitensi è consigliato di evitare l'area dell'ambasciata sino a nuovo ordine".  Così in un tweet il dipartimento di Stato americano che mette in guardia i suoi concittadini dopo i drammatici eventi del pomeriggio.