Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/americano-origine-somala-accoltella-nove-persone-in-minnesota-isis-rivendica-f49aef07-1eff-486f-9e99-d511dedd4c02.html | rainews/live/ | true
MONDO

Usa

Americano d'origine somala accoltella 9 persone in Minnesota, la polizia lo uccide. L'Isis rivendica

Teatro dell'attacco, un centro commerciale a St. Cloud. L'Fbi indaga per terrorismo

Condividi

E' un americano di origini somale l'uomo ucciso da un agente in Minnesota dopo aver accoltellato in un mall 9 persone inneggiando ad Allah. Dahir Adan era uno studente della locale università e lavorava part-time come guardia di sicurezza e questo può spiegare perché ha agito con una divisa da 'security officer'.

E' quanto scrive il St. Cloud Times, il giornale locale della cittadina teatro dell'attacco poi rivendicato dall'Isis. Nessuno dei feriti è in pericolo di vita.

Ad identificare l'assalitore è stata la stessa comunità somala locale. Il suo leader, Abdul Kulane, ha riferito che per quanto a conoscenza della famiglia e della comunità Adan non aveva alcuna storia di violenza (la polizia ha trovato solo alcune violazioni stradali minori) ed era conosciuto come uno studente brillante dell'Apollo High school e poi della St. Cloud State University.  

St. Cloud si trova ad un centinaio di km da Minneapolis, dove si trova la più importante comunità di origine somala degli Usa, le cui relazioni con le autorità sono talvolta tese. Nell'aprile dello scorso anno, il procuratore federale e l'Fbi avevano arrestato sei giovani americani di origine somala che tentavano di unirsi all'Isis in Siria. 

Fbi indaga per atto di terrorismo
L'Fbi sta indagando sull'attacco al centro commerciale in Minnesota come per un "potenziale atto di terrorismo". Lo ha annunciato Richard Thornton, l'agente a capo della divisione di Minneapolis durante una conferenza stampa a St.Cloud.pa" Amaq l'attacco in Minnesota. "Era un soldato dello Stato islamico, ha compiuto l'operazione per colpire i cittadini dei Paesi della Coalizione crociata", si legge sul network del Daesh.

L'Isis rivendica l'attacco
L'Isis ha rivendicato attraverso la sua "agenzia di stampa" Amaq l'attacco in Minnesota. "Era un soldato dello Stato islamico, ha compiuto l'operazione per colpire i cittadini dei Paesi della Coalizione crociata", si legge sul network del Daesh.