Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/angola-isabel-dos-santos-donna-piu-ricca-africa-incriminata-per-riciclaggio-a8757188-346d-41ce-a7f8-ec9a8c790442.html | rainews/live/ | true
MONDO

E' figlia dell'ex Presidente Josè Eduardo Dos Santos

Angola. Isabel Dos Santos, la donna più ricca d'Africa, incriminata per riciclaggio

Incriminati - secondo la stampa - anche l'ex amministratore finanziario della Sonangol, Sarju Raikundalia, Ma'rio Leite da Silva, alto dirigente del Banco de Fomento Angola (Bfa), Paula Oliveira, amica della miliardaria e il direttore della banca Eurobic, di cui il nome non è stato reso pubblico

Condividi
Appropriazione indebita, frode e riciclaggio di denaro: questi i capi d'accusa formalizzati dalla Procura angolana a carico di Isabel Dos Santos, figlia dell'ex presidente. Ad annunciare l'incriminazione della donna più ricca d'Africa è stato il procuratore generale Helder Pitta Groz, precisando che i capi  d'imputazione riguardano il periodo di 18 mesi in cui ha diretto la Sonangol, azienda petrolifera di Stato.

Oltre alla Dos Santos, che si trova fuori dal Paese e respinge le accuse, secondo l'agenzia stampa portoghese Lusa la Procura angolana ha incriminato anche l'ex amministratore finanziario della Sonangol, Sarju Raikundalia, Ma'rio Leite da Silva, alto dirigente del Banco de Fomento Angola (Bfa), Paula Oliveira, amica della miliardaria e il direttore della banca Eurobic, di cui il nome non è stato reso pubblico.

Il procuratore generale angolano ha precisato che nel caso in cui gli imputati non si presentino alle autorità di loro spontanea volontà, sarà spiccato un mandato di cattura internazionale. Le accuse di corruzione e nepotismo a carico della Dos Santos e collaboratori sono state formalizzate sulla scia dei Luanda Leaks, una vasta inchiesta del quotidiano britannico Guardian e del Consorzio internazionale dei giornalisti investigativi, resa nota nei giorni scorsi e che ha svelato la storia delle immense fortune della donna.

Il padre dell'imputata, Josè Eduardo Dos Santos, è stato il presidente dell'ex colonia lusofona dal 1979 al 2017. L'Angola è il secondo produttore di petrolio in Africa, dietro la Nigeria, e la sua compagnia di stato è il pilastro dell'economia nazionale. L'oro nero rappresenta il 90% delle esportazioni.