Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/apple-tv-potrebbe-puntare-alla-concorrenza-con-netflix-80f7fcd5-8abe-474c-988b-b4b621d0bd0a.html | rainews/live/ | true
TECH

Un set top box in grado di competere con le consolle giochi

Sarà Netflix il bersaglio di Apple Tv?

Si avvicina l'evento annunciato da Apple per il 9 settembre, con la probabile presentazioni di nuovi iPhone. Ma la vera sorpresa, rivela un sito tech molto specializzato in gossip da Cupertino, dovrebbe essere la nuova versione della Apple Tv

Condividi
California
"Siri, dacci un indizio", recita l’invito di Apple per l’evento in programma il prossimo 9 settembre. E mentre molti siti tech da giorni o addirittura mesi parlano del lancio di nuovi iPhone 6S e 6S Plus, niente finora era trapelato su una possibile rinnovata versione del set top box Apple Tv, che starebbe per diventare un media player a tutto tondo. Il costo sarebbe più elevato: 199 dollari, contro i 69 dollari della versione attuale (in Italia viene offerta a 79 euro).

Apple Tv (secondo quanto pubblicato dal sito 9to5mac) dovrebbe arrivare a ottobre sul mercato americano, in una versione  in grado di soppiantare il predominio del servizio in streaming Netflix (in Italia in arrivo ad ottobre). Le anticipazioni/indiscrezioni rilanciate dal sito parlano di un vero e proprio hub, in grado di fare concorrenza anche alle consolle per giochi PlayStation della Sony e Xbox di Microsoft. Oltre ai comandi vocali, controller con bottoni e touchpad e sensori di movimento, ci sarà un Software development kit per sviluppatori.

Produzione propria
Non si esclude che il set top box possa diventare il punto di partenza per far sì che Cupertino si inserisca completamente nel mercato dello streaming online di video e tv, di produzione propria, in diretta concorrenza con Netflix, ma ciò non dovrebbe accadere subito, secondo le indiscrezioni. Intanto, Apple dovrebbe continuare a portare nella piattaforma l’offerta già esistente sia per la versione attuale sia per quella, presunta, in arrivo.

Secondo quanto pubblicato da Variety, Apple avrebbe già avviato discussioni preliminari con dirigenti di Hollywood manifestando il proprio interesse per produrre contenuti d'intrattenimento, mossa che potrebbe scatenare una battaglia nel modo dei creatori di contenuti come Amazon, Hulu e appunto Netflix. Sarebbe già stato individuato in Eddy Cue, Senior Vice President Internet Software and Services, l'uomo chiave per la gestione dei contenuti.