Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/arrestati-sei-scafisti-peschereccio-agrigento-75f2d42c-765a-455e-9b4a-458a69c637c4.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Agrigento, arrestati sei scafisti su un peschereccio

Condividi
Sei componenti l'equipaggio di un peschereccio che rimorchiava un'imbarcazione con 68 migranti sono stati fermati dalla guardia di finanza di Agrigento per favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina. E' il risultato di un'indagine condotta dalla squadra mobile di Agrigento, in collaborazione con militari della Brigata della Guardia di Finanza di Lampedusa e coordinata dalla Procura della Repubblica di Agrigento sulle nuove strategie escogitate dai trafficanti nel Canale di Sicilia per trasferire i migranti dalle coste del Nord Africa a quelle siciliane. In particolare, per le provenienze dalla fascia costiera compresa tra il confine libico tunisino, i trafficanti utilizzano grosse barche da pesca in grado di trasportare o trainare una lancia di servizio per agevolare la traversata di gruppi di poche decine di migranti, che vengono abbandonati fuori dalle acque territoriali italiane a bordo delle imbarcazioni minori, con le quali raggiungere, generalmente, l’isola di Lampedusa.
 
"Abbiamo fermato sei professionisti dell'immigrazione clandestina, l'operazione e' stata resa possibile grazie ad una perlustrazione di un aereo Frontex", ha spiegato il procuratore della Repubblica, Luigi Patronaggio, illustrando i dettagli dell'operazione che ha portato al fermo dei sei.