Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/attentatore-beffa-sicurezza-f27bec0e-fa2b-4ca2-9ac5-7bb81486b62e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Chi è Mohamed Lahoujaiej Bouhlel

"Devo consegnare gelati": così il killer di Nizza beffa la sicurezza e compie la strage

Il padre di Bouhlel - secondo quanto riportano i media - sarebbe noto come estremista islamico ed iscritto al partito islamico Ennhadha

Condividi
"Devo consegnare gelati". Con questo escamotage Mohamed Lahoujaiej Bouhlel ha beffato ieri sera i controlli ed è riuscito a lanciarsi con un camion sulla folla della Promenade des Anglais in festa per il 14 luglio, sparando sui passanti e provocando 84 morti, molti dei quali bambini. Numerose le vittime straniere.

L'attentatore non sarebbe franco-tunisino, come si era detto in un primo momento, ma un emigrato tunisino di 31 anni, residente in Francia dal 2011, con un permesso di soggiorno ottenuto grazie al matrimonio con una franco-tunisina residente a Nizza e dalla quale ha avuto tre figli. La donna è stata fermata dalle forze dell'ordine.

Bouhlel è originario della città di Msaken nel governatorato di Sousse. La sua famiglia abita ancora a Msaken. Secondo alcune fonti di polizia locali citate dai media, il suo entourage familiare sarebbe composto da persone vicine al mondo dell'estremismo islamico e alcuni dei suoi parenti sarebbero stati condannati durante il periodo del presidente deposto Ben Ali per poi uscire beneficiando dell'amnistia generale del 2011. Gli stessi sono stati invitati oggi a presentarsi alla stazione di polizia di El-Alia, a Bizerte, per essere interrogati. Uno dei suoi parenti sarebbe impiegato all'aeroporto di Nizza. Sempre secondo quanto riportano i media, il padre di Bouhlel  sarebbe noto come estremista islamico ed iscritto al partito islamico Ennhadha. 

Il killer -  noto alla polizia per violenze e uso di armi, in libertà vigilata -  viene descritto dai vicini come un uomo solitario, non molto religioso, tanto che quest'anno non aveva neppure osservato Ramadan per intero.