Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/banche-sindacati-a-renzi-pronti-a-sciopero-generale-5190f9ac-19ed-4c23-8183-d78073ece1b1.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Banche, sindacati a Renzi: "Pronti a sciopero". Palazzo Chigi: nessuna ipotesi dimezzamento

Condividi
I sindacati del settore bancario dicono no alle parole del premier, Matteo Renzi, sulla necessità di dimezzare nei fatti il numero dei dipendenti del settore (circa 150.000 in meno in 10 anni) e si dicono pronti a fare uno sciopero generale. "Adesso basta! - si legge in una nota - a chi vuole l'eutanasia del settore creditizio occorre rispondere con la mobilitazione. L'affermazione di Renzi circa la necessità di ridurre, in 10 anni, di 150.000 lavoratori bancari il numero degli addetti nel settore creditizio, merita una sola risposta: sciopero generale".

Palazzo Chigi: nessuna ipotesi dimezzamento
Fonti di Palazzo Chigi sottolineano come "non ci sia nessuna ipotesi di dimezzare i bancari entro dieci anni. Il governo si pone piuttosto l'obiettivo di ridurre i cda pleonastici e le poltrone dei cda, il ruolo della politica dentro le banche, le superconsulenze. non vuole dimezzare i bancari, come ha scritto qualcuno". "La preoccupazione sull'eventuale esubero di lavoratori, in tutti i settori, anche nel bancario, è al centro delle preoccupazioni del governo".