Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/bonino-ashton-maro-c53b4aff-3f98-4db8-abe7-b5993f659802.html | rainews/live/ | true
MONDO

"Se manca il capo d'imputazione è violazione dei diritti umani"

Caso marò, si stringe il cerchio di Italia e Ue sull'India

Dichiarazioni dure del ministro Bonino e dell'Alto rappresentante europeo Ashton. "L'accusa di terrorismo - dice - preoccupa non solo l'Italia"

Condividi
Emma Bonino
Roma
Il governo italiano ha "avviato un contatto" con l'Alto commissariato per i Diritti umani dell'Onu "per violazione dei diritti umani per quanto riguarda la mancanza di un capo di imputazione per i marò da parte dell'India dopo due anni, accompagnata da una restrizione della libertà". Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Emma Bonino. L'alto commissario "Ashton ha chiarito agli altri stati membri che l'utilizzo della legge antipirateria nei confronti dei marò da parte dell'India mette in discussione l'intero impianto dello sforzo antipirateria da parte dei 28 Paesi dell'Ue e non solo di loro. Dai 28 abbiamo avuto reazioni positive ai nostri sforzi - ha aggiunto la Bonino - e questo mette in discussione la partecipazione all'intero sforzo antipirateria sulla base delle decisioni dell'Onu e dell'Ue".

L'accusa indiana legata alla legge anti-terrorismo contro i due marò italiani "significa che l'Italia sarebbe vista come un Paese terrorista e questo è inaccettabile". Lo ha detto Catherine Ashton. Rispondendo a una domanda durante l'audizione al Parlamento europeo ha aggiunto che la posizione Ue è stata comunicata al governo indiano. La questione dei marò "non è solo profondamente inquietante per il governo italiano, ma anche davvero allarmante per tutti i governi dell'Unione europea e l'ho detto durante il Consiglio esteri di ieri", ha affermato la Ashton rispondendo all'eurodeputato Antonio Panzeri (Pd) durante l'audizione della Commissione affari esteri.

"Se verrà presa la decisione che quanto successo nell'azione dei marò durante una missione anti-pirateria è un atto di terrorismo, sottintende che l'Italia è uno stato terrorista, ci saranno gravi implicazioni per tutte le azioni nell'anti-terrorismo laddove noi collaboriamo insieme (come Ue) o come Paesi individuali", ha elaborato la rappresentante per la politica estera europea. "Questo messaggio è stato mandato vivo e chiaro stamattina tramite la nostra delegazione, io sto mandando il messaggio sia verbalmente sia in forma scritta", ha aggiunto Ashton.