Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/campania-de-luca-dopo-fragili-seguiremo-criteri-economici-c986bf08-600d-448e-b92f-41cb1737c766.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Campania

Vaccinazioni. De Luca: dopo fragili seguiremo criteri economici e non fasce d'età

Il governatore parla a margine dell'inaugurazione di uno sportello per le imprese al centro per l'impiego, in piena controtendenza rispetto alle linee guida del governo e aggiunge "andando avanti solo per fasce di età", "quando avremo finito, l'economia italiana sarà morta"

Condividi
Il Governatore campano parla a margine di un evento pubblico a Benevento, restando in controtendenza rispetto alle linee guida centrali. "Dobbiamo privilegiare un comparto importante dell'economia che è quello turistico e non possiamo vaccinare ad agosto", quindi una parte degli hub vaccinali proseguirà la sua azione "per anziani e fragili", "ma ci sarà un'altra parte delle strutture pubbliche che si impegnerà a vaccinare un'altra parte dei settori economici".

"Bisogna partire dalle Isole e dalla fascia costiera perché ovviamente abbiamo una dimensione limitata abbiamo poche decine di migliaia di persone e quindi la vaccinazione si fa rapidamente - sottolinea - poi perché Ischia, Capri e Procida sono dei marchi turistici di valore mondiale, che quindi trainano tutto il turismo della Regione e anche dell'Italia. Un conto è stare così, un conto e poter fare da oggi una campagna di promozione turistica sul piano mondiale, prima di farsi sottrarre turismo dalla Grecia, che ha già cominciato, o dalla Spagna che già ha cominciato a immunizzare le Baleari e quant'altro. E possibile che dobbiamo arrivare sempre in ritardo?" attacca De Luca.

Quindi - secondo quanto affermato dal governatore campano - dopo gli over 80 e fragili, il piano vaccinale della Campania non seguirà il criterio delle fasce di età, ma darà priorità all'economia.

"Ho appena detto al commissario Figliuolo che, una volta completati gli ultra ottantenni e i fragili, noi non intendiamo procedere per fasce di età", dice a Benevento Vincenzo De Luca, a margine dell'inaugurazione di uno sportello per le imprese al Centro per l'impiego. Andando avanti "solo per fasce di età", il suo ragionamento "quando avremo finito, l'economia italiana sarà morta". 

Il governatore campano parla anche di "scandalo" in merito alle mancata consegna in Campania di 200mila dosi di vaccini previste entro Aprile e, invece, mai arrivate nei mesi scorsi, e afferma: fintanto che non si farà chiarezza non parteciperà alle riunioni della conferenza Stato-Regioni.



La replica del Generale Figliuolo a De Luca: piano prosegua senza deroghe 
La campagna di vaccinazione "deve proseguire in modo uniforme a livello nazionale, senza deroghe ai principi che lo regolano, facendo riferimento all'ordinanza che indica le categorie prioritarie", ha detto  Figliuolo rivolto a De Luca. "L'obiettivo - aggiunge il Commissario - è quello di mettere al sicuro le persone fragili e le classi di età più anziane, che sono le più vulnerabili all'infezione. Più celermente si concluderà questa fase, prima si potrà procedere a vaccinare le categorie produttive".