Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/conferenza-di-Monaco-Macron-LOccidente-si-sta-indebolendo-12dc70ce-5d5d-4306-9875-b844cbebe169.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Germania

​Conferenza di Monaco, Macron: "L'Occidente si sta indebolendo"

Monito del presidente francese sui nuovi scenari internazionali

Condividi
Emmanuel Macron a Monaco (Ansa)
Emmanuel Macron non crede alle rassicurazioni del segretario di Stato americano Mike Pompeo, secondo cui l'Occidente "sta vincendo". Nel suo intervento alla conferenza di Monaco sulla sicurezza, il presidente francese ha piuttosto sostenuto che "c'è un indebolimento dell'Occidente", anche come conseguenza del fatto che da alcuni anni gli Stati Uniti hanno politica che "prevede un certo livello di ritiro, di ripensamento del suo rapporto con l'Europa".

"Quindici anni fa pensavamo che i nostri valori fossero universali, che avremmo dominato il mondo nel lungo periodo...e invece adesso siamo scossi da altri progetti, da altri valori", ha sottolineato, citando la Cina e le potenze regionali come Russia e Turchia.

Macron è poi tornato sulle sue dichiarazioni di qualche mese fa, quando definì la Nato in stato di "morte cerebrale". La sua visione della difesa europea, ha sottolineato, "non è un progetto contro l'Alleanza atlantica o un'alternativa" alla Nato, ma risponde alla necessità di dare più credibilità all'Europa attraverso la forza militare. "Se non abbiamo spazio di manovra - ha sottolineato - non abbiamo credibilità in termini di politica estera".

L'intervento di Pompeo
"Sono qui per dirvi i fatti": "sono felice di dirvi che la morte dell'alleanza transatlantica è largamente amplificata oltre misura. L'Occidente sta vincendo. Stiamo vincendo collettivamente. Lo stiamo facendo assieme", aveva detto il segretario di Stato statunitense, Mike Pompeo, intervenendo alla conferenza. "L'Occidente sta vincendo, libertà e democrazia stanno vincendo, e non parlo di nazioni geografiche. L'Occidente non definisce uno spazio o una parte di Stato concreto. È qualsiasi nazione che adotti un modello di rispetto per la libertà individuale, l'impresa libera, la sovranità nazionale", ha proseguito Pompeo.

La sua è stata anche una risposta alle critiche arrivate dal presidente tedesco, Frank-Walter Steinmeier, che ha suggerito gli Usa rifiutino "persino l'idea di una comunità internazionale", agendo "a spese di vicini e partner". Ha detto Pompeo, citando il ruolo di Washington nel tenere l'Europa sicura rafforzando la Nato al confine con la Russia e nello sforzo globale contro l'Isis: "E' questa l'America che 'rifiuta la comunità internazionale'? L'Occidente libero ha un futuro più luminoso delle alternative illiberali".