Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/confesercenti-assemblea-annuale-50-anni-associazione-ripresa-consumi-piu-lenta-messaggio-mattarella-63542d7a-287a-48bc-a65f-a4f561bd3d59.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Assemblea annuale

Confesercenti: ripresa dei consumi più lenta, potrebbe non raggiungere livelli pre Covid

Allarme lanciato dalla presidente dell'associazione, Patrizia De Luise: vogliamo parità con le piattaforme di e-commerce. Messaggio di Mattarella: la ripartenza vede protagoniste imprese grandi e piccole 

Condividi
La ripresa dei consumi in Italia sarà più lenta di quella del Pil e a fine 2022 potrebbe non raggiungere i livelli pre-pandemia. Lo ha detto la presidente di Confesercenti, Patrizia De Luise, all'assemblea annuale dell'associazione a Roma. La pandemia ha impresso un'accelerazione senza precedenti alle piattaforme di commercio online tra lockdown e restrizioni alle attività commerciali. "Pur volendo essere prudenti, nell'ultimo anno possiamo stimare circa 50 miliardi di acquisti online di prodotti, con una crescita strutturale intorno al 40% a discapito delle altre forme di distribuzione", segnala la presidente De Luise nella sua relazione all'assemblea annuale a Roma.

"Noi vogliamo parità di trattamento, siamo abituati alla concorrenza ma le regole devono essere uguali per tutti" afferma. "La recente decisione del G20 di pervenire ad una 'global minimum tax' e - già il nome non ci piace molto -, con aliquota del 15% da applicarsi alle aziende che realizzano sul web fatturati superiori ai 20 miliardi di euro costituisce innegabilmente un passo avanti, bisognerà però aspettare altri due anni per l'entrata in vigore fino al 2024" rimarca De Luise. 

In apertura, è stato diffuso il messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha sottolineato il forte recupero dell'economia ma ha evidenziato anche le criticità sul fronte dell'occupazione. Il Capo dello Stato si trova oggi a Madrid, ultima visita estera del suo settennato.
  
"La nostra economia appare in forte recupero dopo la crisi, anche grazie all'espansione dei consumi delle famiglie", afferma il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio inviato a Confesercenti, che celebra quest'anno i 50 anni dell'associazione. Mattarella sottolinea che "la ripartenza vede protagoniste le imprese, grandi e piccole, che hanno resistito a momenti durissimi. Hanno saputo rilanciare la propria attività e l'occupazione". "Il piano nazionale di ripresa e resilienza può ora orientare il nostro modello di sviluppo verso un percorso più equo e sostenibile", conclude il capo dello Stato. 

Durante i lavori presentati analisi e dati inediti su consumi, flussi turistici, lavoro, fisco e concorrenza, così come le aspettative degli imprenditori sulla legge di bilancio e sul futuro del Paese. 

Garavaglia (Turismo): la sfida del Pnrr
"Le risorse del Pnrr sono molto importanti ma vanno spese tutte e bene. Questa è la sfida". Lo ha detto il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, nel suo intervento all'assemblea di Confesercenti. E ha aggiunto: "Le misure sul turismo vanno a migliorare le strutture ricettive, i fondi e tanta finanza con prestiti a lungo termine, accesso a credito e credito a lungo termine. Le norme sul turismo vanno in questa direzione. A gennaio di tutti gli anni siamo il paese più cliccato e poi a dicembre ci collochiamo al quinto-sesto posto. Questo significa che abbiamo ampi margini di miglioramento e dobbiamo vendere meglio il prodotto".

Pichetto (Mise): serve equilibro su tassazione
"La digitalizzazione del Paese renderà più facile poter offrire maggiori servizi, a cominciare dalle vendite online che hanno registrato un'impennata proprio durante la pandemia per le quali è necessario però trovare un equilibrio anche sulla tassazione, non essendo risolutivo l'accordo a livello mondiale, vista l'impossibilità di individuare l'allocazione dei redditi", ha affermato il viceministro dello Sviluppo economico Gilberto Pichetto intervenendo all'assemblea di Confesercenti.

Letta (Pd): meno tasse sul lavoro
La manovra deve "ridurre le tasse sul lavoro" perché "c'è bisogno di dare un messaggio molto forte". Lo ha detto il leader Pd Enrico Letta parlando all'assemblea di Confesercenti. In questo modo, ha aggiunto, "si aiutano le imprese, si rende più conveniente dare lavoro e naturalmente si aiutano i salari e quindi si sostiene la domanda interna".

Conte (M5S): flessibilità con trasparenza
"Non siamo contrari alla flessibilità ma serve trasparenza nei rapporti di lavoro, incentivando quelli a tempo indeterminato", ha dichiarato invece il leader M5S Giuseppe Conte, intervenendo all'Assemblea di Confesercenti.