Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/coronavirus-matrimonio-super-spreader-177-contagiati-7-morti-705c0800-e575-4e14-b7c2-e8ee9960340d.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Matrimonio nel Maine "super spreader", 177 contagiati e 7 morti

Condividi
Con sette morti e almeno 177 persone contagiate, un matrimonio avvenuto nel piccolo stato Usa del Maine potrebbe essersi trasformato in un evento "super-spreader", cioè super propagatore, di COVID-19. Lo riferisce oggi l'agenzia di stampa France Presse. Al matrimonio hanno partecipato 65 persone, contravvenendo fra l'altro al limite ufficiale per gli eventi che è un massimo di 50 persone. Si è tenuto il 7 agosto. Prima c'è stata la cerimonia presso una chiesa battista, poi il ricevimento presso il locale "Big Moose Inn", nella pittoresca piccola città di Millinocket.
 
Immediatamente dopo le nozze, 24 persone sono risultate positive al test sul coronavirus e questo ha innescato un'inchiesta. Ieri il direttore del Centro per il controllo delle malattie del Maine ha tracciato il nuovo bilancio: almeno 177 persone infettate e sette persone decedute. Di queste ultime, "nessuna era fisicamente presente al matrimonio", ha precisato il funzionario. Nel tracciamento dei contatti, il matrimonio di Millinocket è andato lontano. Ottanta casi sono stati rilevati in una prigione a 370 km dal luogo delle nozze: una delle guardie carcerarie aveva partecipato alle nozze. Altri 39 casi e ben sei dei sette morti sono stati registrati in una casa di riposo a 160 km da Millinocket.