Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/coronavirus-misure-precauzionali-in-veneto-e-lombardia-riunioni-emergenza-cancellazione-eventi-9fee6bae-a798-4397-b62d-58a1e541cfbf.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La Curia di Vercelli dirama regole per le parrocchie

Coronavirus: alcuni comuni chiudono le scuole, eventi sportivi cancellati in Veneto e Lombardia

Si attivano uomini e mezzi per l'emergenza: riunioni di coordinamento in Veneto e Lombardia. A Lodi arriva un contingente dei carabinieri. Cancellati diversi eventi sportivi. Rinviata Ascoli-Cremonese 

Condividi
Si attivano le misure di protezione e controllo delle zone della Lombardia e del Veneto colpite dal coronavirus: l'Arma dei Carabinieri sta inviando un contingente di rinforzo di 80 uomini a Lodi, preventivamente istruiti ed equipaggiati per l'emergenza. A questo si aggiunge un ambulatorio mobile e supporto medico per il personale impiegato. 

Veneto: Vo' Euganeo isolata
Sospensione di tutte le attività pubbliche e religiose, chiusura degli esercizi commerciali, esclusi quelli alimentari e le farmacie, chiusura delle scuole, divieto di spostamento anche per chi lavora al di fuori del comune, interruzione di fermata dei mezzi pubblici. Sono le misure di sicurezza per prevenire la diffusione del contagio contenute nell'ordinanza emessa stamane dal sindaco di Vo' Euganeo, il paese ai piedi dei Colli Euganei in provincia di Padova che da venerdì è off limits, dopo i casi di coronavirus, uno con esito.

I provvedimenti ricalcano l'ordinanza che era già stata emessa ieri dalla Regione Veneto. Escluse dal divieto le attività lavorative nei servizi essenziali come la sanità, e il telelavoro. A tutta la popolazione del paesino padovano, che ha circa 4000 abitanti, verrà offerta la possibilità di sottoporsi al test per il Covid-19.

​Alcuni dipendenti dell'ospedale di Schiavonia (Padova), che erano giunti stamane per prendere servizio sono rimasti bloccati all'esterno per le restrizioni attuate a causa dell'emergenza. Gli operatori sanitari sono consapevoli che dovranno sottoporsi al tampone: "Io non sono del reparto di rianimazione - ha riferito un infermiere - ma comunque l'esame me lo dovrò fare". 

Ordinanza Speranza, a Mira misure di cautela
Il Ministero della salute indica misure di cautela per la popolazione del Comune di Mira (Venezia), dove si è verificato il terzo contagio da Coronavirus in Veneto. Lo stabilisce l'ordinanza emessa dal ministro Roberto Speranza di concerto con il presidente del Veneto Luca Zaia. Tutti i soggetti che dovessero presentare sintomatologia respiratoria lieve - è scritto nell'ordinanza - devono rimanere a casa e contattare il proprio medico curante, che valuterà la situazione clinica e le misure terapeutiche da intraprendere. Per tutti i soggetti asintomatici si raccomandano le misure igieniche per le malattie a diffusione respiratoria.

Vicenza, almeno fino a mercoledì chiuse scuole 
Si è concluso in serata il vertice convocato dal prefetto di Vicenza su input del sindaco e presidente della provincia per concordare le disposizioni da introdurre nei Comuni del territorio vicentino. Erano presenti una quindicina di sindaci, il direttore dell'Ulss 8 Berica, il direttore scolastico provinciale, il delegato provinciale CONI e i rappresentanti provinciali di carabinieri, guardia di finanza, vigili del fuoco e protezione civile, oltre che il comandante della polizia locale di Vicenza. 

E' stato concordato in via precauzionale di mantenere tutte le scuole chiuse fino a mercoledì, nidi compresi, in tutti i Comuni della provincia e non soltanto nei tre più vicini a Vo' Euganeo, cioè Noventa Vicentina, Albettone e Agugliaro. Ogni sindaco deciderà inoltre sul mantenimento o meno delle manifestazioni di propria competenza. Martedì pomeriggio è previsto un nuovo vertice, per aggiornare le decisioni prese questa sera, in particolare in relazione alla chiusura

Comune di Milano: riunione di emergenza
Si è riunito a Palazzo Marino, sede del comune di Milano, il tavolo con il sindaco Beppe Sala e gli assessori per affrontare l'emergenza coronavirus, "al fine di offrire la massima collaborazione alla Regione, alla Prefettura e alle istituzioni responsabili in materia di sanità", spiega il primo cittadino in un post su Facebook. La Regione Lombardia invita 30.000 residenti del comprensorio a restare in casa. A Codogno, Castiglione d'Adda e Casalpusterlengo non fermano più i treni. Nei tre paesi le lezioni sono sospese, bar e locali sono chiusi

Regione Lombardia: si cercano strutture per la quarantena
La Protezione civile lombarda sta cercando strutture idonee ad ospitare persone da mettere in quarantena. Alla Regione Lombardia, gli assessori Pietro Foroni e Giulio Gallera spiegano che "stiamo verificando strutture civili, anche militari ed ex-militari idonee per ospitare eventuali quarantene. Siamo pronti per ogni evenienza", ha precisato Foroni, assessore alla Protezione civile. Per chi invece ha avuto contatti diretti con le persone positive al coronavirus è prevista la quarantena obbligatoria.

Friuli Venezia Giulia: vertice regionale
A Palmanova si è tenuto un vertice regionale sul Coronavirtus nella sede della Protezione Civile della Regione Friuli Venezia Giulia con il governatore Massimiliano Fedriga, il suo vice Riccardo Riccardi e i componenti del Comitato operativo per l'emergenza sanitaria. Allo studio, fra l'altro, le misure relative ai controlli sul confine.  

Trentino: chiuse università e scuole
Nel pomeriggio di oggi il presidente della Provincia autonoma di Trento, assieme agli assessori alla salute e politiche sociali, allo sviluppo e alla istruzione e cultura, presenti i dirigenti della task force ha incontrato i sindaci del Trentino nella sede del Consiglio delle autonomie locali. Questo il punto della situazione alle 18 di oggi: va detto anzitutto che finora in Trentino non si registrano casi di contagio. Si lavora tuttavia per intensificare le misure di precauzione. E' stata già disposta la sospensione di eventi sportivi indoor, con particolare attenzione quelli a cui partecipino anche sportivi provenienti da zone dove si sono verificati casi di contagio, e nelle prossime ore verrà emanata un'ordinanza riguardante la chiusura degli asili nido fino a martedì compreso, allineandoli quindi alle altre scuole, dalle materne alle superiori, comunque già chiuse per le vacanze di Carnevale.

Le attività svolte all'aperto potranno continuare ad essere effettuate, salvo diverse disposizioni che verranno stabilite prossimamente dalle autorità  competenti, comprese quelle nazionali. E' stata anche disposta la sospensione delle gite scolastiche fuori provincia e analoga richiesta è stata rivolta al Governo nel corso della teleconferenza di stamani con il premier Giuseppe Conte per le gite organizzate dalle altre regioni che dovessero interessare il Trentino. E' stata decisa infine assieme al rettore la chiusura temporanea dei corsi e delle aule studio dell'Università.

Dolo: corsa ai supermercati, attivo gruppo WhatsApp
Sono in molti a Dolo, ad essere corsi al supermercato per fare scorte di alimenti e generi di prima necessità "nel caso, molto probabile, dovessero 'chiudere' esercizi commerciali e scuole anche i comuni del Veneto interessati dai contagi", riferisce all'Adnkronos il padre di due bimbi. A Dolo, comune veneto dove si e' registrato un caso di positività al virus in un paziente che si trova ora in terapia intensiva, si è creato un gruppo Whatsapp con le ultime notizie che i cittadini si scambiano per aggiornarsi sulla situazione.

Vercelli:  Curia ordina misure di precauzioni nelle chiese
Niente acqua nelle acquasantiere, l'ostia offerta al fedele sulla mano e non in bocca. Sono le disposizioni firmate dai vertici della Curia di Vercelli per prevenire qualsiasi possibile contagio da coronavirus. Le regole sono state diramate a tutti i parroci del territorio dopo i primi casi di infezione registrati in Lombardia. Non è escluso, si legge in una nota della Diocesi, che nei prossimi giorni vengano valutati anche altri provvedimenti a carattere preventivo. 

Vescovo Piacenza vieta scambio di pace 
Distribuire la Comunione solo sulla mano e non in bocca ed evitare lo scambio di pace. Sono alcune delle misure disposte dal vescovo di Piacenza Gianni Ambrosio per le messe nelle chiese della Diocesi. A seguito delle disposizioni emanate dalla Prefettura di Piacenza sul Coronavirus, il Vescovo ha disposto, a scopo precauzionale e sino a nuove indicazioni, anche la sospensione delle attività di catechismo, di gruppo e altre occasioni aggregative.

Piacenza: eventi sportivi cancellati
La prefettura di Piacenza ha disposto la sospensione di tutte le attività sportive previste nel fine settimana a cominciare dalla partita di Lega Pro tra Piacenza e Sambenedettese, rinviata a data da destinarsi, fa sapere la Lega Pro nel prendere atto della decisione della Prefettura. Sospesa anche quella di serie D tra Fiorenzuola e lentigione e l'incontro di basket (serie B) tra Bakery Piacenza e Jesi. 

Lodigiano: sport vietato ai residenti, Pallavolo e hockey sospesi
Nei dieci comuni del Lodigiano coinvolti dall'emergenza, la Regione Lombardia ha emesso un'ordinanza che vieta "la partecipazione ad attività sportive per i cittadini residenti  - circa 50mila  indipendentemente dal luogo di svolgimento della manifestazione" La Federazione pallavolo ha deciso comunque la sospensione dei campionati di serie B in programma questo fine settimana e ha invitato  i Comitati e Leghe di Lombardia ed Emilia Romagna (in modo particolare dei territori Cremona, Lodi, Piacenza) a fare altrettanto. Anche la Federazione italiana sport a rotelle (Fisr) ha sospeso e rinviato a data da destinarsi le partite di serie A/1, B e giovanili di hockey su pista del 22 febbraio dove sono impegnate formazioni di Lodi.

Rinviata Ascoli-Cremonese
L'allarme Coronavirus ha portato al rinvio della partita di calcio Ascoli-Cremonese in programma alle 15 allo stadio Del Duca di Ascoli Piceno e valida per il campionato di serie B. La decisione del Gos(Gruppo operativo sicurezza) è stata comunicata poco fa alle due squadre che erano già giunte nell'impianto sportivo ascolano.