Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/coronavirus-phuket-blocca-nave-costa-con-64-italiani-bd1b60fc-77cf-4678-a850-355a1f419e43.html | rainews/live/ | true
MONDO

Compagnia: "Sono tutti sani"

Coronavirus. Phuket vieta attracco a nave Costa con decine di italiani a bordo

Condividi
Attracco vietato a Phuket per la nave da crociera Costa Fortuna che ha molte decine di italiani a bordo, "tutti sani", dice la compagnia. La Thailandia ha imposto restrizioni a causa del coronavirus allo sbarco di italiani che siano stati nel nostro Paese negli ultimi 14 giorni. La nave, comunica la compagnia, è in navigazione verso la Malesia. 

"A seguito di restrizioni imposte dal Governo della Thailandia nelle ultime ore sullo sbarco di ospiti di nazionalità italiana che abbiano transitato in Italia negli ultimi 14 giorni, la nave Costa Fortuna non ha potuto effettuare la sosta pianificata come da itinerario nel porto di Pukhet", lo rende noto Costa Crociere. La compagnia precisa che "la situazione sanitaria bordo è chiara e non vi è alcun caso sospetto sulla nave fra gli ospiti italiani o di altre nazionalità".

"Costa Crociere è rammaricata dell'improvviso cambiamento di itinerario e conferma, in una situazione in continua evoluzione, che la sicurezza dei propri ospiti e membri dell'equipaggio è una assoluta priorità".  

Nuovo caso
Dopo il no del Madagascar, a causa degli italiani a bordo, Costa Mediterranea ha ricevuto il rifiuto anche dal Porto di Praslin, alle Seychelles. "Purtroppo l'autorità portuale di Praslin ha informato la compagnia della indisponibilità della banchina per questo scalo non pianificato", dice la compagnia. "Costa Crociere sta lavorando per anticipare l'arrivo a Reunion previsto da itinerario per l'11 marzo".

Malta nega attracco a nave Msc Opera
Il Governo di Malta ha negato l'attracco a una nave da crociera MSC Opera con a bordo duemila passeggeri. Lo rende noto il Times of Malta. Le autorità maltesi hanno negato l'autorizzazione a seguito di una protesta pubblica sui timori di infezione da coronavirus dopo l'allarme lanciato da un media locale su un ex passeggero austriaco sbarcato nei giorni scorsi e successivamente trovato positivo al Covid-19. Per Mcs, che ha deciso di modificare l'itinerario, "la verifica dei documenti sanitari della nave fatta dalle autorità maltesi" aveva confermato l'assenza di casi a bordo.

Msc: Opera salterà scalo a Malta in accordo con governo
"Come annunciato dall'ufficio del primo ministro di Malta, Msc Crociere ha accettato di modificare l'itinerario di Msc Opera per andare incontro alle richieste delle autorità locali di evitare inutili disordini pubblici". Lo comunica in una nota la compagnia Msc Crociere.

"Questa sfortunata circostanza è stata generata a livello locale da un'errata informazione circolata a Malta in merito alle condizioni sanitarie di bordo.Nella sua dichiarazione, il Primo Ministro ha sottolineato che la verifica dei documenti sanitari della nave, effettuata dalle autorità maltesi, ha confermato il nulla osta sanitario e che "non esiste alcun caso di Coronavirus a bordo di MSC Opera", come confermato anche dal fatto che Msc Opera è stata autorizzata dalle autorità sanitarie di tutti i porti che la nave ha toccato nei giorni scorsi", si legge ancora nella nota.

Maldive chiude da sabato a chi arriva da Italia
Le Autorità maldiviane, nell'ambito delle misure adottate per la prevenzione del contagio da Covid-19, hanno annunciato il divieto di ingresso per i viaggiatori provenienti dall'Italia a partire dalla mezzanotte di sabato 7 marzo. Le autorità locali, si legge sul sito 'Viaggiare sicuri' della Farnesina, hanno inoltre temporaneamente sospeso l'ingresso nel Paese per i cittadini stranieri che risultino aver soggiornato - o anche solo transitato - nella Repubblica Popolare Cinese. Tale misura viene applicata anche a coloro che risultino aver soggiornato nella Repubblica Popolare Cinese e che siano transitati successivamente in altri Paesi prima di arrivare alle Maldive. Le autorità locali hanno inoltre deciso di sospendere temporaneamente, fino a nuovo ordine, l'ingresso alle Maldive per i viaggiatori provenienti o in transito dai seguenti Paesi: Iran e Corea del Sud limitatamente alle aree colpite dalla diffusione del coronavirus. A questo riguardo, si raccomanda di contattare la compagnia aerea di riferimento. Le autorità locali hanno disposto inoltre il divieto di sbarco per le navi da crociera. I cittadini delle Maldive in rientro da aree affette dal coronavirus saranno invitati ad osservare un periodo di quarantena all'arrivo.