Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/costa-nessuna-regione-gialla-prossima-settimana-ff16c295-454d-4d5e-bf85-ffba6bd4db2a.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Il sottosegretario alla Salute ospite di "Un giorno da pecora" su Rai Radio 1

Costa: "Nessuna regione gialla dalla prossima settimana"

"Dai dati al momento la situazione è sotto controllo, non ci dovrebbero esser cambiamenti. Quelle più a rischio? Ci sono alcune regioni, come il Friuli, il Veneto, le Marche vanno un po' attenzionate"

Condividi
Nessuna zona che rischia il giallo dalla prossima settimana. "Dai dati al momento la situazione è sotto controllo, non ci dovrebbero esser cambiamenti. Quelle più a rischio? Ci sono alcune regioni, come il Friuli, il Veneto, le Marche vanno un po' attenzionate". Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, che oggi è intervenuto alla trasmissione condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. "La zona gialla, a livello di restrizioni, ha solo l'uso della mascherina all'aperto".

Capienza al 100% stadi per ora va rimandata
"Non possiamo permetterci di vedere tifosi allo stadio senza mascherina, dobbiamo mantenere gli standard di sicurezza, rispettare le regole, serve maggiore responsabilità da parte di tutti e maggiori controlli. L'aumento della capienza al 100%? Al momento è una valutazione che va rimandata visto l'aumento dei contagi", ha detto Costa.

Divieto Capodanno in piazza? No previsioni lungo termine
Il sindaco di Trieste ha vietato le feste di piazza per Capodanno. Sarebbe giusto farlo anche in altre città? "Mai come oggi è prematuro fare previsioni a lungo termine, dobbiamo valutare di settimana in settimana. Oggi veicolare messaggi che creano paura non credo sia la strada giusta", ha detto ospite di Un Giorno da Pecora, il sottosegretario alla Salute Andrea Costa.

Controllo prima di salire sul treno è elemento di sicurezza
"Il controllo del Green pass prima di salire sul treno sarebbe un ulteriore elemento di sicurezza", ha detto il sottosegretario alla Salute.

Con zone arancioni valutare ristoranti aperti la sera ai vaccinati
"Qualora ci dovesse essere il cambio di un colore, e qualche regione dovesse diventare arancione, dato che questo colore prevede anche misure come la chiusura dei ristoranti alla sera, credo che tutto sommato vada valutato tenere aperte attività solo per chi si è vaccinato. Non possiamo permettere che una minoranza in qualche modo ostacoli il percorso di tutto il Paese", ha detto Costa. In questo caso quindi il tampone non sarebbe sufficiente per accedere ai ristoranti. 

Monitorare la situazione
Ci può essere anche il rischio di zona rossa nelle prossime settimane? "La situazione deve essere monitorata- ha detto Costa a Rai Radio1- ma esattamente un anno fa, c'erano 32mila contagi e oggi siamo a 10mila, l'anno scorso c'erano 33mila ricoverati, oggi ne abbiamo 4mila. Grazie al vaccino questi sono i numeri, la situazione va valutata ma complessivamente siamo molto lontani rispetto allo scorso anno".