Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/covid-bollettino-2-novembre-e7b93435-6d49-400f-b9e9-8aa983812c58.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

L'emergenza Covid-19 in Italia

Coronavirus: 233 decessi, 22.253 nuovi contagiati con 135.731 tamponi

Condividi
I dati aggiornati in Italia e nel mondo

Oggi si registrano 233 decessi, 22.253 nuovi contagiati con 135.731 tamponi. 3.637 i guariti. Ieri si erano registrati 208 deceduti, 29.907 casi con 183.457 tamponi. 

Oggi i ricoverati con sintomi in Italia sono complessivamente 19.840, in aumento di 938 casi rispetto a ieri. In terapia intensiva sono ricoverati 2.022 pazienti (+83). In isolamento domiciliare 374.650, pari a 17.362 in più rispetto a ieri.

Il totale degli attualmente positivi è di 396.512, dato che segna un incremento di 18.383 casi rispetto a ieri. Tra dimessi e guariti si contano 296.017 persone, in aumento di 3.637 unità.

I deceduti sono 233 nelle ultime 24 ore per un totale nazionale di 39.059 vittime del Covid-19. I casi totali sono 731.588 (+22.253). I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 135.731 per un totale di 16.103.649.

In Lombardia 5.278 nuovi contagi e 46 morti
Oggi in Lombardia si sono registrati  5.278 nuovi positivi al covid e 46 morti. In totale, dall'inizio della pandemia, i decessi in regione sono 17.635. Oggi sono stati effettuati 24.087 tamponi, per un totale di 3.008.361.  Ieri, a fronte di 39.658 tamponi effettuati, c'erano stati 8.607 contagi e 54 morti. 

Sono 2.861 i nuovi casi di Covid-19 in Campania, mille meno di ieri, ma cala il numero di tamponi processati nelle ultime 24 ore che sono 15.632, 7mila meno di ieri. Lo comunica l'unità di crisi regionale. I nuovi positivi sintomatici sono 206, mentre gli asintomatici sono 2.655. Aumentano i decessi, sono 24 oggi, ma sale anche il numero di guariti, pari a 1.245 nelle ultime 24 ore. Dall'inizio dell'emergenza Covid sono risultate positive 62.461 persone su 996.251 tamponi. Il totale dei deceduti è 700, 12.991 quello dei guariti.

In Piemonte 2.003 nuovi casi e 21 morti
Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti guariti sono complessivamente 34.153. Sono 21 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall'Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 2 verificatisi oggi. Il totale è ora 4.415 deceduti risultati positivi al virus. I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 74.663 (+2.003 rispetto a ieri) di cui 853 (43%) sono asintomatici. I ricoverati in terapia intensiva sono 196 (+17 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2.844 (+264 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 32.791. I tamponi diagnostici finora processati sono 1.050.421 (+11.113 rispetto a ieri), di cui 578.099 risultati negativi.

In Toscana 2.009 casi positivi e 24 decessi
In Toscana sono 48.651 i casi di positività al coronavirus, 2.009 in più rispetto a ieri.  I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.118.732, 12.017 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono oggi 31.735, +5,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.399 (120 in più rispetto a ieri), di cui 182 in terapia intensiva (9 in più). Si registrano 24 nuovi decessi: 16 uomini e 8 donne con un'età media di 82,9 anni.

L’assessore regionale D'Amato ha comunicato che nel Lazio oggi si sono registrati 1.859 casi e 23 decessi. Nel Lazio i contagi per ora mettono in sicurezza la capitale, al secondo giorno sotto i mille casi, da scenari di restrizioni aggiuntive mentre tra le province a rischiare di più è Viterbo con un aumento deciso che oggi fa registrare 233 infettati. Il sindaco di Viterbo, tenendo conto anche di una crescita di contagi tra gli studenti, si prepara ad estendere la didattica a distanza anche alla scuola dell'obbligo, ovvero elementari e medie. Segue la zona di Latina con 161 nuovi casi, Frosinone con 87 e Rieti con 53 contagiati.
 
In Emilia-Romagna 1.652 nuovi positivi e 17 decessi
Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 59.249 casi di positività, 1.652 in più rispetto a ieri. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi del 16%. n Emilia-Romagna si registrano 17 nuovi decessi. I tamponi effettuati sono stati 10.299, per un totale di 1.612.029. A questi si aggiungono anche 3.093 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a oggi sono 26.492 (1.575 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 24.972 (+1.454 rispetto a ieri), il 94% dei casi attivi. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 138 (+6 rispetto a ieri), 1.382 quelli in altri reparti Covid (+115).

Veneto, +1.544 contagi e 9 vittime
Il Veneto registra 1.544 nuovi contagi Covid nelle ultime 24  ore, per un numero complessivo di 60.797 positivi dall'inizio dell'epidemia. Un dato che sembrerebbe mostrare una discesa della curva, peraltro consueta nei report del lunedì, che risentono del minor numero di tamponi processati nei giorni festivi. Vi sono anche 9 vittime, che portano il conteggio a 2.227 morti in regione dell'inizio dell'epidemia. I soggetti in isolamento domiciliare scendono a 15.743 (-1.525), dei quali 7.807 positivi Netto balzo in avanti invece dei ricoveri: sono 981 i pazienti in area non critica (+108), e 141 quelli nelle terapie intensive (+9). 

In Puglia 626 nuovi casi positivi
Oggi in Puglia 4.060 test con 626 positivi e 9 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 567.098 test. 6.619 sono i pazienti guariti. 12.569 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 19.928.

Marche, 384 ricoverati (+15), 50 in Intensiva (+8)
Prosegue il trend in ascesa del numero di ricoveri per Covid-19 nelle Marche: nelle ultime 24 ore sono saliti da 369 a 384 (+15). In particolare ci sono otto degenti in più in terapia intensiva (da 42 a 50), due in più in Semintensiva (da 96 a 98) e cinque in più in reparti non intensivi (da 231 a 236). Il Servizio Sanità della Regione comunica che nell'ultima giornata il numero di positivi isolati in casa è schizzato da 6.354 a 6.658 (+304); cala quello degli isolati per contatto con contagiati (da 11.359 a 10.939; 1.328 con sintomi, 443 operatori sanitari). La somma tra ricoverati e isolamenti ha superato 7mila (7.042). Mentre gli ospiti di Rsa diminuiscono da 105 a 99.

324 nuovi casi in Sardegna e un morto
In Sardegna si registrano 324 nuovi casi e il decesso di un uomo di 58 anni residente nella provincia di Oristano. Le vittime salgono a 235, mentre i contagi complessivamente accertati dall'inizio dell'emergenza sono 10.154. In totale sono stati eseguiti 273.941 tamponi con un incremento di 3.367 test. Sono invece 339 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+3 rispetto al dato di ieri), mentre resta invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva: 43. Le persone in isolamento domiciliare sono 6.271. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 3.200 (+48) pazienti guariti, più altri 66 guariti clinicamente. 

In Friuli Venezia Giulia 218 casi e 5 morti
Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 218 nuovi contagi (2.557 tamponi eseguiti) e 5 decessi da Covid-19. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 11.462. I casi attuali di infezione sono 5.618. Sono 37 i pazienti in cura in terapia intensiva e 179 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 403. I totalmente guariti sono 5.441, i clinicamente guariti 65 e le persone in isolamento 5.337.

In Alto Adige 437 nuovi casi e 4 morti, ricoveri in aumento
In Alto Adige crescono i numeri del contagio da Covid-19. Rispetto a ieri i nuovi casi sono 437 su 2.279 tamponi. Il rapporto tra positivi e numero dei test effettuati ieri era attorno al 20%, quasi quattro punti in più rispetto al dato nazionale. Salgono rapidamente anche i decessi, 4 in più per un dato complessivo di 319. Su 122.791 persone sottoposte al tampone da inizio emergenza, 9.353 sono risultate positive. In forte aumento i ricoveri nelle strutture ospedaliere che oggi sono 316: I pazienti covid che si trovano nei normali reparti degli ospedali sono 223 ai quali si aggiungono 70 nelle strutture private convenzionate e 23 in terapia intensiva (6 in più rispetto a ieri). Le persone attualmente in isolamento domiciliare sono 7.735. I collaboratori dell'azienda sanitaria positivi sono al momento 137 ai quali si aggiungono 6 medici di medicina generale e pediatri.

Kompatscher: per tre settimane si chiude
Visto l'alto numero dei contagi da conronavirus, l'Alto Adige ha deciso un nuovo lockdown. Dalle ore 20 alle ore 5 del mattino vi sarà un divieto di circolazione, a meno di necessità non rinviabili. Verranno chiusi bar, ristoranti, pasticcerie e negozi. Rimarranno aperti negozi di alimentari, e negozi che vendono generi di prima necessità, così come farmacie ed edicole. Gli alberghi saranno chiusi per i turisti, ma possono essere usati per pernottamenti per motivi di lavoro. Le scuole superiori e l'Università nelle prossime tre settimane osserveranno la didattica a distanza. Viene ribadito l'uso della mascherina - se non si è soli -, il distanziamento e le regole di igiene. Come ha spiegato il governatore Arno Kompatscher in conferenza stampa online, l'ordinanza, in linea con le indicazioni statali, verrà pubblicata domani ed entrerà in vigore mercoledì alle ore 00 e rimarrà in vigore fino al 22 novembre, per tre settimane.