Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/covid-presidi-roma-70-per-cento-classi-in-dad-a-elementari-vaccinate-ragazzi-bambini-aecb38cb-7343-451e-9d66-55882d837f2b.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Ora c'è necessità che le istituzioni siano fortemente credibili

Covid, i presidi di Roma: il 70% delle classi in Dad è alle elementari, vaccinate ragazzi e bambini

"Con la vaccinazione di un buon numero di studenti alle superiori le classi in dad in questa fascia di età sono poche" spiega Mario Rusconi,  presidente dell'Associazione nazionale presidi di Roma

Condividi
Sul totale delle classi in didattica a distanza il 60-70% è alle elementari. Il dato arriva da Mario Rusconi che guida l'Anp, l'Associazione nazionale presidi di Roma. "L'invito che facciamo - dice - è di vaccinare i ragazzi dai 12 anni e, dopo l'atteso ok dell'Aifa per le dosi ai più piccoli, anche i bambini dai 5 agli 11 anni: con la vaccinazione di un buon numero di studenti alle superiori le classi in dad in questa fascia di età sono poche".

"La scuola e le famiglie sono rimaste sconcertate di fronte al cambiamento per il conteggio delle quarantene avvenuto in meno di 24 ore, prima bastava un bambino o un ragazzo con l'infezione adesso due o tre, a secondo dell'età.- dice ancora Rusconi - In questo momento c'è necessità che le istituzioni siano fortemente credibili, efficienti e, soprattutto, abbiano a cura la fiducia che le istituzioni, a cominciare dalla scuola e dalle famiglie hanno nei loro riguardi, soprattutto in questo momento in cui si sta prospettando l'ipotesi, probabilmente molto realistica, di vaccinare i bambini tra i 5 e i 12 anni e questo richiede che le famiglie siano fortemente rassicurate da istituzioni credibili".