Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/decapitazione-herve-Gourdel-francois-hollande-avanti-con-i-raid-in-iraq-c98bfe8c-9b8a-4775-8215-47a7535367cd.html | rainews/live/ | true
MONDO

L'intervento all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite

Hollande: avanti con i raid in Iraq, la Francia non cede al terrorismo

Dopo la decapitazione dell'alpinista Hervé Gourdel, il presidente francese annuncia le prossime mosse: sul campo continueranno i bombardamenti in Iraq, a Parigi riunione di emergenza del consiglio di Difesa

Condividi
"La Francia non cederà mai al terrorismo, perché è il suo dovere e il suo onore". Con queste parole il presidente Francois Hollande, poco dopo la notizia della decapitazione di Hervé Gourdel, ha fatto sapere che i raid francesi contro le postazioni dell'IS in Iraq proseguiranno.

"L'aggressione rafforza la mia determinazione"
All'Assemblea Generale delle Nazioni Unite Hollande condanna l'assassinio "vile e odioso" della guida alpina di partita da Nizza per fotografare il paesaggi dell'Algeria. "Noi continuerano a combattere contro Daesh - ha detto il presidente francese, utilizzando l'acronimo del Califfato che preferisce (rifiuta di chiamarlo Stato Islamico) - perchè questa aggressione non fa che rafforzare la mia determinazione"

Domani il Consiglio di Difesa all'Eliseo
Dopo aver confermato la morte di Goudel, Hollande guarda avanti e organizza le prossime mosse. Domani, infatti, è convocato all'Eliseo il Consiglio di Difesa. Lo scopo è di fare il punto e piani futuri delle operazioni milirari in Iraq e di rafforzare la protezione per i connazionali.

Sintonia con Obama
Un annuncio, quello di Hollande, che fa da eco al discorso di Barack Obama all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite - "Non si deve trattare con il male" - e che ricalca la posizione già presa pochi giorni fa, quando i terroristi di Jund al Khalifa avevano lanciato l'ultimatum: stop ai raid in 24 ore in cambio della vita dell'alpinista di Nizza.