Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/di-maio-vede-zarif-inaccettabile-lancio-razzi-gaza-905f0807-aef9-4589-85f3-0b3c1e3048cf.html | rainews/live/ | true
MONDO

Di Maio vede Zarif: "Preoccupati per le violenze. Inaccettabile lancio di razzi da Gaza"

"Il conflitto tra Palestina e Israele sta causando la morte di troppe persone innocenti  e tutti devono lavorare per far riprendere il tavolo dei negoziati tra le parti'', ha sottolineato il ministro degli Esteri durante il colloquio con l'omologo iraniano

Condividi
"Siamo preoccupati per le violenze in Medio Oriente", ha detto il ministro Di Maio incontrando stamattina l'omologo iraniano Zarif in occasione della sua visita in Italia. Colloquio in programma da diverse settimane, inserito nella serie di incontri europei programmati da tempo.

Di Maio ha ribadito a Zarif che "vanno fermati i lanci di razzi,sono inaccettabili. È doveroso adottare immediate misure di de-escalation e mostrare responsabilità".

"Il conflitto tra Palestina e Israele sta causando la morte di troppe persone innocenti  e tutti devono lavorare per far riprendere il tavolo dei negoziati tra le parti'', ha sottolineato ancora il ministro.

Nel condannare i lanci di razzi da Gaza e auspicando una proporzionalità di Israele nella risposta, il titolare della Farnesina ha riaffermato l'appello affinché le parti adottino subito misure di de-escalation e diano prova di responsabilità.

Di Maio ha poi evidenziato l'importanza del negoziato in corso a Vienna sul recupero del Jcpoa e sui paralleli contatti con gli Stati Uniti, esprimendo l'auspicio che si possa raggiungere un compromesso in tempi rapidi sulle questioni ancora pendenti. Il ministro Di Maio ha confermato che l'intesa nucleare resta un pilastro per la non proliferazione e la stabilità regionale e un tassello fondamentale per l'auspicato rafforzamento della cooperazione economica bilaterale.

I due ministri hanno quindi avuto uno scambio di vedute sui principali dossier regionali, dall'Iraq all'Afghanistan fino alle crisi in Siria e Yemen, per le quali il ministro Di Maio ha ribadito il convinto sostegno italiano a una soluzione politica.   

Il ministro Di Maio ha poi attirato l'attenzione sulla situazione dei diritti umani in Iran, ricordando la tradizionale posizione italiana a sostegno dei diritti umani e di una moratoria della pena capitale.

I due ministri hanno infine passato in rassegna gli aspetti più significativi della cooperazione bilaterale.

Zarif, rimuovere ostacoli per migliorare rapporti bilaterali
La necessità di rimuovere gli ostacoli per migliorare i rapporti bilaterali tra Iran e Italia e preparare il  terreno per la ripresa delle relazioni economiche è stata evidenziata  dal ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, nel corso  dell'incontro avvenuto a Roma con il titolare della Farnesina, Luigi  Di Maio.  Durante il colloquio, riporta l'agenzia di stampa 'Mehr', Zarif ha  esaminato la cooperazione bilaterale in campo politico, economico e  culturale e, viste le relazioni storiche tra i due Paesi, ha  sottolineato le potenzialità esistenti nel settore della cooperazione  economica, evidenziando il particolare quelle inerenti il settore  privato e le piccole e medie imprese.  Oltre agli ultimi sviluppi dei colloqui sul programma nucleare  iraniano a Vienna, altri argomenti di discussione tra Zarif e Di Maio  sono stati le questioni relative alla cooperazione tra l'Iran ed i  Paesi del Golfo e le crisi in Yemen, Afghanistan ed Iraq.

Condanna per gli "attacchi brutali del  regime sionista" contro i palestinesi è stata espressa dal ministro  degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, nel corso dell'incontro  avvenuto a Roma con il titolare della Farnesina, Luigi Di Maio.