Original qstring: refresh_ce | /dl/archivio-rainews/articoli/domani-obbligo-vaccinale-scuola-forza-ordine-56f7c038-9f61-4620-89aa-12ca23d9c96d.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Da oggi scatta obbligo vaccinale per scuola e forze dell'ordine

Dalla circolare emerge anche l'obbligo di booster per tutto il personale scolastico e gli agenti delle forze dell'ordine. Lamorgese: "Monitoraggio su forze di polizia, inadempienza porterà all'immediata sospensione del servizio senza ricadute disciplinari"

Condividi
Scatta oggi l'obbligo vaccinale del personale della scuola. L'obbligo di booster - ovvero a sottoporsi  alla terza dose di vaccino anti-Covid- scatta anche per il personale  scolastico a partire da oggi, 15 dicembre. E' quanto si evince dalla circolare del Viminale, che introduce  l'obbligo per gli agenti e le forze dell'ordine, pena la sospensione  dal servizio senza remunerazione ma anche il ritiro temporaneo di  tesserino, placca, arma e manette.        Tra le categorie per cui è previsto l'obbligo vaccinale, anche per la  terza dose, a partire da domani, il ministero dell'Interno elenca  anche il "personale scolastico del sistema nazionale di istruzione,  delle scuole non paritarie, dei servizi educativi per l'infanzia, dei  centri provinciali per l'istruzione degli adulti, dei sistemi  regionali di istruzione e formazione professionale e dei sistemi  regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore". L'obbligo per il personale scolastico verrà normato da una circolare ad hoc del ministero dell'Istruzione che dovrebbe arrivare  oggi nelle scuole.
 
La circolare riguarda anche le forze dell’ordine: "Comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico"- come previsto  dall'ultimo decreto sulle misure anti-Covid varato dal governo,  obbligo che, per il personale interessato, scatta domani, 15 dicembre. "L'adempimento dell'obbligo vaccinale comprende il ciclo vaccinale  primario e, a far data dal 15 dicembre 2021 - si legge - la  somministrazione della successiva dose di richiamo da effettuarsi nel  rispetto delle indicazioni e dei termini previsti dalla circolare del  Ministero della Salute".        L'obbligo riguarda anche gli assenti dal servizio. "Il giorno 15  dicembre - si legge infatti nella circolare in possesso dell'Adnkronos - il personale tutto, anche se assente per legittimi motivi, dovrà  produrre al responsabile della propria struttura la documentazione  attestante l'adempimento dell'obbligo vaccinale".        Se tale documentazione non arriverà, l'amministrazione competente  dovrà invitare "senza indugio, l'interessato a produrre entro 5 giorni dalla ricezione dell'invito" la documentazione richiesta. Per chi non  si vaccina, non solo è prevista la sospensione del servizio senza  alcun compenso, ma anche il ritiro temporaneo della "tessera di  riconoscimento, la placca, l'arma in dotazione e le manette". Multe  salatissime, inoltre, per chi viene scovato a lavoro seppur non  vaccinato. "La svolgimento dell'attività lavorativa in violazione  dell'obbligo vaccinale - si legge infatti nella circolare - è punito  con la sanzione del pagamento di una somma da euro 600 a euro 1.500".  Ma verrà multato anche chi non controlla, con sanzioni da 400 a mille  euro.       

Lamorgese: "Domani obbligo vaccino, monitoraggio su forze di polizia"
"L'inadempienza porterà all'immediata sospensione del servizio senza ricadute disciplinari con la conservazione del rapporto di lavoro. Lo ha detto  il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese in audizione alla commissione Affari costituzionali del Senato, sottolineando che "ci sarà un continuo monitoraggio sugli operatori che hanno adempiuto all'obbligo. Prima dell'introduzione dell'obbligo il monitoraggio non era consentito per la privacy, oggi è invece possibile per la necessaria verifica posta in carico dei datori di lavoro. Ci si attende da questo un'ulteriore spinta ad aderire alla campagna da parte degli operatori".

In una settimana, dal 6 al 12 dicembre, sono state 3.802 le persone sanzionate nell'ambito dei controlli sul mancato uso del green pass su oltre 924 controlli eseguiti nello stesso arco temporale dalle forza di polizia e dalle polizie locali, ha poi comunicato la ministra dell'Interno nel corso della audizione. I pubblici servizi sanzionati - ha aggiunto Lamorgese - sono stati 1610 n(su 104.962 controllati) mentre le chiusure per le violazioni delle misure anti covid sono state 8.