Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/esplosione-manhattan-crolla-edificio-10eb91a1-5536-49b9-8225-61ca8580350e.html | rainews/live/ | true
MONDO

Estratto dalle macerie il corpo di altre due vittime del crollo

New York, esplosione a Manhattan: 6 i morti, oltre 60 i feriti

Lo ha confermato un portavoce della polizia. Ieri due edifici di Harlem sono crollati dopo una esplosione dovuta a una fuga di gas. Proseguono le ricerche dei dispersi, che secondo i vigili del fuoco sarebbero 9 mentre secondo la polizia sarebbero 5. Il sindaco De Blasio: "E' stata una tragedia"

Condividi
Esplosione e crollo a New York (Ansa- ANDREW GOMBERT)
E' salito a sei morti e oltre 60 feriti il bilancio dell'esplosione che ieri ha distrutto due palazzi del quartiere di Harlem, a New York. Lo ha confermato un portavoce della polizia, aggiungendo che il corpo della quinta vittima è stato estratto dalle macerie. La deflagrazione, avvenuta alle 9.30 ora locale nel quartiere di Harlem, è stata causata da un'esplosione dovuta a una fuga di gas. Proseguono incessanti le ricerche dei dispersi, che secondo i vigili del fuoco sarebbero nove mentre secondo la polizia sarebbero cinque. 

L'esplosione e i crolli
Lo scoppio è avvenuto all'incrocio tra Park Avenue e la 116esima strada, intorno alle 9.30 ora locale. Un palazzo di 5 piani completamente ridotto in macerie. Dai due edifici crollati, 1644 and 1646 Park Avenue - uno ospitava 6 appartamenti e un locale commerciale, nell'altro c'era una chiesa -  per ore è uscito un denso fumo nero, visibile a chilometri di distanza. Uno degli edifici crollato, riporta il Daily Beast, era in costruzione. 

Una fuga di gas
L'esplosione è stata causata da una fuga di gas, confermata dal sindaco Bill de Blasio, arrivato sul posto "E' stata una tragedia terribile - ha detto il primo cittadino newyorkese - perchè l'unica indicazione di pericolo è arrivata solo 15 minuti prima dell'esplosione con la denuncia di una fuga di gas". I vigili del fuoco "sono arrivati due minuti dopo la chiamata" ha precisato De Blasio. Poco prima dell'esplosione era stata chiamata la società di distribuzione del gas per denunciare una possibile fuga. "Da settimane sentivamo odore di gas", hanno raccontato i testimoni al New York Daily News. Un residente di uno dei palazzi crollati a seguito dell'esplosione, Ruben Borrero, ha inoltre riferito che nelle ultime settimane c'era un odore di gas "insopportabile" e che anche un giorno prima del disastro, gli inquilini si erano lamentati con il proprietario.


La Metro-North Railroad ieri ha sospeso tutto il servizio ferroviario nella zona. I detriti del crollo sono caduti sulle rotaie della linea soprelevata del treno Metro North, all'altezza della 116/ma strada, e il traffico dei treni nella zona è stato pertanto sospeso. Tutta la zona è stata fatta evacuare. L'esplosione ha fatto tremare tutti gli edifici vicini, mandando in frantumi i vetri delle finestre. Alcuni residenti della zona hanno raccontato di aver sentito una fortissima esplosione all'interno di uno degli appartamenti dell'edificio. Secondo gli abitanti della zona negli edifici crollati 5 mesi fa c'era già stata una fuga di gas.

Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco di New York ha confermato, subito dopo il crollo, la notizia via twitter.