Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/ex-cancelliere-austriaco-kurz-si-ritira-dalla-politica-98b25e96-a2da-46ff-a0f8-1d48e61c78c7.html | rainews/live/ | true
EUROPA

"Non sono né un santo né un criminale"

Austria, Kurz si ritira dalla politica. Schallenberg si dimette da cancelliere

"Dimostrerò l'infondatezza delle accuse sollevate contro di me, anche se dovrò aspettare anni", ha detto Kurz. Schallenberg si dimette da cancelliere. Anche il ministro delle Finanze Gernot Bluemel si dimette

Condividi
Alexander Schallenberg

L'ex cancelliere austriaco, Sebastian Kurz, ha annunciato in una breve conferenza stampa il suo ritiro dalla scena politica. "Non sono né un santo né un criminale. Dimostrerò l'infondatezza delle accuse sollevate contro la mia persona, anche se dovrò aspettare anni", ha detto il 34enne Kurz durante il discorso nel quale ha ripercorso la sua carriera, ammettendo di aver preso delle "decisioni sbagliate".

"Ultimamente la fiamma dell'entusiasmo si è però abbassata", perché si è dovuto difendere da "accuse e insinuazioni", ha proseguito, lamentando di essersi sentito, assieme allo staff, a volte "la preda di una caccia".  "Sostegno e rifiuto sono importanti in una democrazia liberale", ha precisato Kurz. "Ora vado a prendere mia moglie e mio figlio in ospedale", ha concluso l'ex cancelliere. La sua comunicazione non prevedeva domande dei cronisti.

Kurz, travolto dalle polemiche successive all'inchiesta sui sondaggi pilotati pagati con fondi pubblici, si era dimesso a ottobre. Era stato lo stesso 35enne a chiedere al presidente Alexander Van der Bellen di nominare Alexander Schallenberg, ministro degli Esteri dal 2019, al suo posto. Kurz, tuttavia, è rimasto leader del partito popolare Oevp e capogruppo in Parlamento, ruoli che secondo la stampa austriaca ha intenzione di lasciare.

Schallenberg si dimette da cancelliere
Il cancelliere austriaco, Alexander Schallenberg, nel pomeriggio ha annunciato che si dimetterà dal suo incarico, poiché non vuole assumere la presidenza del Partito Popolare conservatore (OVP), al governo con i Verdi, dopo il ritiro dalla politica dell'ex leader, Sebastian Kurz, indagato per corruzione. "Non è mia intenzione e non è mai stato il mio obiettivo assumere la leadership del Partito popolare", ha spiegato in una nota Schallenberg, che era diventato cancelliere meno di due mesi fa. Le dimissioni saranno effettive non appena l'OVP avrà nominato un nuovo leader del partito, che secondo la stampa austriaca sarà probabilmente l'attuale ministro degli Interni, Karl Nehammer.

Anche il ministro delle Finanze Gernot Bluemel si dimette al termine di una tumultuosa giornata in Austria, iniziata stamane con l'abbandono della politica da parte dell'ex cancelliere Sebastian Kurz e proseguita in serata con le dimissioni del suo successore, il cancelliere Alexander Schallenberg. Bluemel ha spiegato che le sue dimissioni sono legate all'uscita di scena di Kurz, ma anche alle minacce di morte arrivate alla sua famiglia.