Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/gb-auto-esplosa-a-liverpool-tre-arresti-per-terrorismo-ee168288-fc6e-441b-8f22-e58ba8ba7ff5.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Gran Bretagna

La polizia britannica: "L'esplosione dell'auto a Liverpool è atto di terrorismo". Quattro i fermati

"Al momento non possiamo stabilire alcuna connessione" con la cerimonia per il Remembrance Sunday, ma "è una pista" ha detto il responsabile della polizia antiterrorismo della regione. Il premier, Boris Johnson: "Il nostro popolo non si farà mai intimidire"

Condividi

Si chiamava Emad al Swealmeen e aveva 32 anni il presunto terrorista morto nell'esplosione dell'ordigno rudimentale che aveva con sé a bordo di un taxi a Liverpool. Lo riferisce l'antiterrorismo locale, rendendone nota l'identità, che rivela evidenti radici familiari islamiche.

Intanto sale a 'grave' l'allerta terrorismo nel Regno Unito dopo l'attacco di domenica davanti a un ospedale di Liverpool, che la polizia considera un atto di terrorismo. Il significato è semplice: un nuovo attentato è considerato altamente probabile. La ministra degli Interni, Priti Patel, ha detto ai giornalisti che l'aumento del livello di minaccia è avvenuto nel contesto del secondo incidente terroristico nell'arco di un mese, facendo probabilmente riferimento all'assassinio del deputato Tory David Amess, assassinato il 15 ottobre scorso.

Quattro giovani tra i 20 e i 29 anni sono stati intanto arrestati, perquisizioni sono state effettuate in diversi luoghi della città e gli investigatori hanno raccolto elementi "significativi".

L'esplosione del taxi
Un taxi è esploso domenica di fronte al Women's Hospital di Liverpool nel giorno in cui il Regno Unito festeggiava il Remenbrance Sunday. Un passeggero è morto, molto probabilmente era l'attentatore, mentre l'autista, David Perry, è riuscito a uscire dall'abitacolo prima che venisse avvolto dalle fiamme ed è stato ricoverato.

Il responsabile dell'antiterrorismo, Russ Jackson, ha raccontato che ieri in mattinata l'autista del taxi ha caricato a Rutland Avenue un passeggero che ha chiesto di essere portato al Women's Hospital a 10 minuti di distanza. In vista dell'ospedale, è avvenuta l'esplosione. "Le nostre indagini indicano che un ordigno esplosivo improvvisato sia stato assemblato dal passeggero del taxi". "Non è chiaro il motivo" dell'incidente né perché l'ospedale fosse nel mirino, ha aggiunto Jackson: "Al momento non possiamo stabilire alcuna connessione" con la cerimonia per il Remembrance Sunday che stava per iniziare nella vicina cattedrale, ma "è una pista".

Quattro fermati
Ieri sera, sono stati fermati a Sutclife Street a Kensington tre giovani - di 29, 26 e 21 anni - ai quali si è aggiunto un quarto 20enne fermato stamane a Rutland Avenue a Sefton Park, dove sono stati trovati "oggetti significativi" che richiedono ulteriori ricerche. Il premier Boris Johnson ha lodato "l'incredibile presenza di spirito e il coraggio" del tassista. Il sindaco della città, Joanne Anderson, si è detta "veramente scioccata" per quello che e' successo al tassista e ha sottolineato che la comunità di Liverpool è "molto brava" a "stringersi insieme".  

Johnson: è promemoria di necessità di vigilanza
"I miei pensieri sono con tutti loro" ha detto oggi il primo ministro britannico Boris Johnson, "non posso commentare i dettagli del caso o la sua motivazione, ma è un duro promemoria della necessità per tutti noi di rimanere assolutamente vigili. Ciò che ieri ha dimostrato, soprattutto, è che il popolo britannico non si farà mai intimidire dal terrorismo. Il nostro stile di vita prevarrà sempre".