Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/germania-corte-costituzionale-respinge-ricorso-contro-il-recovery-fund-ue-3801ee15-70f4-44c2-9658-991d8ac32bd2.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Dombrovskis: "Completare ratifiche entro giugno"

Germania. Corte Costituzionale respinge ricorso contro il Recovery Fund Ue

 'Un esame sommario non rivela una forte probabilità di violazione' della legge costituzionale, spiega la Corte sul suo sito internet. La più alta giurisdizione tedesca proseguirà il suo esame, ma ha respinto la richiesta di sospensione in urgenza. Von der Leyen: "L'Ue rimane sulla buona strada con la sua ripresa economica"

Condividi
La Corte costituzionale tedesca ha respinto i ricorsi contro la condivisione dei debiti nell'Unione europea. Con questo pronunciamento i giudici di Karlsruhe liberano di fatto la strada al Recovery fund da 750 miliardi di euro varato dall'Ue. Lo riferiscono i media tedeschi. 

In sostanza, la Corte costituzionale tedesca non ha accettato il ricorso dell'associazione civica nata attorno al fondatore dell'Afd Bernd Lucke, la presentazione del quale aveva portato alla decisione degli stessi giudici di Karlsruhe di sospendere la firma da parte del capo di Stato Frank-Walter Steinmeier del 'via libera' al Recovery votato sia dal Bundestag che dal Bundesrat il 25 e il 26 marzo. A questo punto, la legge potrà essere ratificata dal presidente.  A detta dell'Associazione "Buergerwille" (volonta' dei cittadini), i trattati Ue vieterebbero l'ammissione di debiti comuni, ma il governo federale e la Commissione europea si riferiscono all'articolo 122 degli stessi Trattati, che prevede un regolamento d'eccezione in presenza di catastrofi naturali o altri eventi straordinari e permette agli Stati membri di ottenere sostegni di natura finanziaria dall'Unione dietro determinate condizioni.  La più alta giurisdizione tedesca proseguirà il suo esame.

Von der Leyen: "Ok decisione Corte Costituzionale tedesca"
"Accolgo con favore la decisione odierna della Corte costituzionale tedesca". Così la Presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen sulla decisione della Corte costituzionale tedesca che ha respinto i ricorsi contro la ratifica interna del Recovery Plan. "L'Ue rimane sulla buona strada con la sua ripresa economica, a seguito di questa pandemia senza precedenti", aggiunge. Per von der Leyen il Next Generation Eu "aprirà la strada a un'Unione europea verde, digitale e più resiliente".

Dombrovskis: "Bene Germania, completare ratifiche entro giugno"
La decisione della Corte Costituzionale tedesca sulla ratifica della decisione sulle risorse proprie "rafforza la fiducia che il processo di ratifica" da parte di tutti gli Stati membri dell'atto che costituisce la garanzia necessaria a finanziare il Recovery Plan "venga concluso entro giugno", in modo da procedere ai primi esborsi di Next Generation Eu agli Stati "a luglio". Lo dice il vicepresidente esecutivo della Commissione Europea Valdis Dombrovskis, in conferenza stampa a Bruxelles.

Gentiloni: "Decisione Berlino grande passo avanti su piani Ue"
"La decisione della Corte Costituzionale tedesca è importante in Germania ed è un grande passo avanti sulla strada del piano europeo di Recovery". Così il commissario europeo Paolo Gentiloni su Twitter, commentando la decisione della Corte costituzionale tedesca di respingere i ricorsi contro la ratifica interna del Recovery Plan.