Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/gorizia-protesta-cpr-gradisca-dopo-quattro-casi-coronavirus-df1d3bab-12b7-4b83-bb5e-916e51af4f43.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Rimpatri bloccati a causa dell'epidemia

Gorizia, protesta al CPR di Gradisca dopo quattro casi di coronavirus

La protesta dopo aver appreso che nella struttura ci sono 4 casi di contagio, seppur asintomatici e in isolamento dal resto delle persone

Condividi
Alcuni ospiti del Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Gradisca d'Isonzo (Gorizia) hanno incendiato alcuni materassi per protesta dopo aver appreso che nella struttura ci sono 4 persone contagiate da Coronavirus, seppur asintomatiche e in isolamento dal resto delle persone. L'episodio è accaduto nella tarda serata di ieri.

Per spegnere le fiamme sono intervenuti i Vigili del fuoco: non si segnalano feriti o intossicati tra gli ospiti e tra le forze dell'ordine intervenute in modo massiccio per scongiurare il ripetersi di quanto accaduto alcune settimane fa, quando per un'intera notte sono state appiccate fiamme a suppellettili e i pompieri sono dovuti intervenire più volte.

La situazione del Cpr è in fase di stallo perché le operazioni amministrative sono bloccate a causa della pandemia, rimpatri compresi. Alcuni detenuti sono prossimi ad essere rilasciati per decorrenza dei termini: accadrà tuttavia solo previo tampone negativo al Covid-19.