Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/governo-232091d6-c08c-4eae-8a04-c0bf089fdf5d.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Governo, cabina di regia: sblocco licenziamenti con eccezione tessile "allargato"

Stop al blocco dei licenziamenti. Resta in vigore solo per i settori più in crisi, fra cui il tessile. Draghi da oggi incontra le parti sociali. Fisco: rinvio delle cartelle esattoriali a fine agosto 

Condividi
Sblocco dei licenziamenti per l'industria manifatturiera ed edilizia con l'eccezione per il tessile e i settori ad esso collegati (calzaturiero, moda).

E' questo uno dei punti sui quali è stato trovato l'accordo nel corso della Cabina di regia presieduta dal presidente del Consiglio Draghi, alla quale hanno partecipato i ministri Brunetta, Orlando, Giorgetti, Speranza, Bonetti, Franco, Patuanelli.

Contestualmente, le aziende di quei settori potranno fruire della cig gratuita. Inoltre, si apprende, è stata discussa la possibilità di erogare ulteriori 13 settimane di cassa integrazione straordinaria a tutte le imprese appartenenti ai tavoli di crisi industriali attualmente aperti e non, che abbiano esaurito gli ammortizzatori.

Oggi il presidente Draghi incontrerà le parti sociali, alle 15 appuntamento con i leader di Cgil, Cisl e Uil.

L'iniziativa del cashback dovrebbe essere sospesa, almeno per sei mesi, a partire dal 30 giugno. E' quanto è stato deciso, secondo diverse fonti di maggioranza, durante la riunione della cabina di regia a Palazzo Chigi.

La Cabina di regia infine si è espressa favorevolmente per l'estensione di due mesi, fino al 31 agosto, del blocco delle cartelle esattoriali.