Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/green-pass-scontri-roma-consiglio-Ue-istigazione-odio-e693ead8-e9d3-4440-8b66-356e849e5caa.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Il sabato di guerriglia nella Capitale

Green pass, il Consiglio Ue sugli scontri a Roma: "Valutiamo recepimento norme istigazione all'odio"

"L'attacco alla sede del sindacato mostra che odio e intolleranza rischiano di minare le nostre democrazie" dice la commissaria Ue all'Uguaglianza, Helena Dalli. Si lavora a linee guide per i provider internet

Condividi

"L'Ue si basa sulla diversità e la tolleranza ma gli estremismi ancora presenti in diverse forme, la pandemia ha esercitato forti pressioni sulla società esacerbando il rischio di comportamenti estremisti. L'agenzia Ue per i diritti fondamentali, il Consiglio d'europa e l'Europol confermano l'aumento allarmante di intolleranza, odio ed estremismi in Europa". Lo ha detto il ministro degli Esteri della Slovenia, Anze Logar, intervenendo alla plenaria del Pe sull'ascesa dell'estremismo di destra e del razzismo in Europa alla luce dei recenti eventi a Roma. "È importante rispondere ai rischi degli estremismi in maniera tempestiva, reagire non appena emergono, identificare immediatamente comportamenti che possono portare a terrorismo e violenze è cruciale", ha aggiunto il ministro parlando in rappresentanza del Consiglio dell'Ue.

"Abbiamo visto come a Roma gruppi neofascisti abbiano scatenato il caos attaccando la sede di un sindacato- ha aggiunto la commissaria Ue all'Uguaglianza, Helena Dalli-.  Ciò mostra che l'odio e l'intolleranza non sono solo all'interno di organizzazioni clandestine, ma sono sempre più alla luce e rischiano di minare la stabilità delle nostre democrazia".

Valutiamo il recepimento delle norme d'istigazione all'odio
"Osserviamo una continua diffusione di istigazione all'odio e cospirazioni online ed episodi di violenza ispirati a ideologie di estrema destra. Il razzismo e l'istigazione all'odio sono illegali nell'Ue e stiamo valutando l'adeguato recepimento delle norme in materia dai Paesi membri. Nel caso invieremo procedure di infrazione. Negli ultimi mesi ne abbiamo mandate 102" ha continuato Dalli. "Una settimana fa la Commissione ha adottato la strategia per l'antisemitismo. Vediamo attacchi di odio contro i musulmani e i migranti, la Commissione Ue lavorerà con la comunità musulmana per garantire la sicurezza per i musulmani e contro il razzismo", ha spiegato la commissaria.

Linee guide per i provider su odio online
"La Commissione ha deciso di affrontare questi problemi. La Commissione lavora a un'iniziativa che obbliga i provider a rimuovere contenuti terroristici online, entro un'ora dalle segnalazioni degli Stati membri. Ci sono degli orientamenti che stiamo preparando per sostenere i provider a moderare certi siti" ha quindi sottolineato Dalli.    In sede di replica al dibattito - che ha visto Conservatorie Identità e Democrazia schierati contro quanto emerso in Aula - Dalli ha osservato: "Non è una lotta tra destra e sinistra, ma tra i promotori di una democrazia dei diritti dell'uomo e chi respinge questi principi. A livello Ue dobbiamo schierarci chiaramente e agire di conseguenza. Tutti dobbiamo fare la nostra parte".

Id e Conservatori: dibattito Ue strumentale
Questo dibattito è "strumentale e di parte. Cosa c'entra il razzismo con i fatti di Roma? Condanniamo le violenze alla Cgil, ma non dimentichiamo che la Lega ha subito centinaia di aggressioni, e voi muti. Colleghi di sinistra, smettetela di trattare quest'Aula come il giardino di casa vostra" ha detto Paolo Borchia, europarlamentare leghista di Identità e Democrazia, intervenendo nel dibattito. "Il racconto che la commissione Ue ha fatto qui è fazioso, è un racconto che non corrisponde alla realtà dei fatti", ha invece sottolineato Raffaele Fitto (Fdi), co-presidente dei Conservatori.