Original qstring: refresh_ce | /dl/archivio-rainews/articoli/hong-kong-condannato-a-un-anno-di-carcere-jimmy-lai-miliardario-editore-ultimo-giornale-opposizione-apple-daily-27b0270c-30dc-45a2-98e4-4f3c502312e8.html | rainews/live/ | true
MONDO

Nove attivisti condannati

Hong Kong, l'editore Jimmy Lai condannato a un anno di carcere

Il magnate resta in carcere per il suo ruolo nelle manifestazioni pro-democrazia nell'ex colonia britannica.

Condividi
Il magnate dell'informazione di Hong Kong Jimmy Lai, 73 anni, è stato condannato a 12 mesi di carcere per aver partecipato a una manifestazione non autorizzata il 18 agosto del 2019 nell'ex colonia britannica. E' stato riconosciuto colpevole di aver violato la legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino a Hong Kong.

Nove attivisti pro-democrazia di Hong Kong sono stati condannati a pene detentive per aver organizzato una marcia durante le proteste antigovernative del 2019 che hanno innescato la repressione da parte di Pechino, tra loro anche il magnate dei media Jimmy Lai.  Tre di loro hanno ricevuto condanne con sospensione: l'avvocato Albert Ho, il 'padre della democrazia' di Hong Kong Martin Lee, 83enne fondatore del movimento di opposizione Partito democratico, condannato a due anni, e l'ex parlamentare Margaret Ng.

Lai, che resta in carcere, e Lee sono stati processati insieme ad altri sette ex deputati che sono stati condannati a pene che variano da otto a 18 mesi. Tra questi l'attivista di sinistra Leung Yiu-chung, che ha ammesso di aver preso parte alla manifestazione antigovernativa. L'organizzazione e la partecipazione ad assemblee non autorizzate sono punibili con la reclusione fino a cinque anni ai sensi della legge voluta da Pechino sull'ordine pubblico.

Jimmy Lai, fondatore del tabloid Apple Daily, già in carcere sotto accusa per violazione alla legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino lo scorso anno, è stato scortato al tribunale di West Kowloon, dove è stata emessa la sentenza di condanna a  15 mesi di carcere con tre mesi di riduzione della pena. Tutti gli altri imputati sono stati condannati a pene tra gli otto e i diciotto mesi di carcere. Altri tre attivisti sono stati condannati per accuse relative a un'altra manifestazione di protesta, risalente al 31 agosto del 2019.