Original qstring: refresh_ce | /dl/archivio-rainews/articoli/kabul-salva-atleta-paralimpica-zakia-mano-australiani-5c15ebcc-8ee5-49ae-968e-ef94296133ff.html | rainews/live/ | true
MONDO

Afghanistan

Kabul: Zakia è salva, l'atleta paralimpica afghana è con gli australiani

Condividi
Zakia Koudadadi, la paralimpica afgana la cui partecipazione ai giochi è stata impedita dall'invasione dei talebani a Kabul, è in salvo nelle mani degli australiani.

Lo afferma una nota dell'Aips, l'Associazione mondiale della stampa sportiva, che riprende una cronaca del sito di Sidney Abc.

Zakia fece un appello alla comunità internazionale attraverso l'Ansa il 17 agosto, le sue parole furono rilanciate il giorno dopo dal New York Times diventando un caso internazionale.

L'Australia ha concesso un visto a lei e a un gruppo di altri sportivi,soprattutto donne, ora al sicuro e forse già in volo dopo l'ingresso all'aeroporto di Kabul.

Con Zakia Khoudadadi è stato portato in salvo anche un altro atleta, Hossain Rasouli. Entrambi sono stati prelevati dall'aeroporto di Kabul insieme ad altri atleti afghani, soprattutto donne, e saranno ora portati a Dubai in attesa di un visto umanitario per restare in Australia.

Dell'Aquila, ora portatela a Tokyo
"Sono troppo contento che siano riusciti a portare fuori da Kabul Zakia: ora spero che possa realizzare il suo sogno di andare a Tokyo e partecipare alle paralimpiadi". Vito Dell'Aquila, taekwondoka 21enne e primo oro olimpico italiano a Tokyo, esulta alla notizia che la sua collega paralimpica Zakia Khudadadi è in volo da Kabul per Dubai, su un aereo militare australiano. "Spero che tantissime altre ragazze riescano a salvarsi da questa bruttissima situazione - aggiunge all'ansa l'olimpionico -. E per Zakia spero possa realizzare i suoi sogni, a cominciare da quello di partecipare a Tokyo".