Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/la-mappa-dei-sottosegretari-continuita-e-rottamazione-c1975013-187b-4d5b-986c-f083ee83f0c9.html | rainews/live/ | true
POLITICA

La squadra dei viceministri e sottosegretari

Da Minniti a Lotti, rottamazione e continuità

Il Consiglio dei ministri ha nominato 35 sottosegretari e 9 ministri, per un totale di 62 componenti dell'esecutivo. Il Nuovo Centrodestra mantiene lo stesso "peso" detenuto nel governo Letta. Molte conferme, qualche new entry. Ecco chi sono

Condividi

Le donne questa volta sono poche: 9 su 25 sottosegretari, nessuna tra i viceministri. C'è una "linea d'esperienza" guidata da Marco Minniti ed Enrico Morando, Pd, entrambi ex Ds. Minniti è stato già sottosegretario alla presidenza del Consiglio nei governi presieduti da Massimo D'Alema. Ora guadagna lo stesso incarico, con la delega ai servizi di sicurezza. Enrico Morando è stato uno stretto collaboratore di Walter Veltroni negli anni della sua segreteria Pd ed ora arriva a via XX Settembre, come viceministro dell'Economia.
Riccardo Nencini, il leaer dei Socialisti italiani esclusi dalla partita dei ministri,  viene nominato vice alle Infrastrutture. 
La linea "verde" è rappersentata dal solo Luca Lotti, 31 anni, fedelissimo di Matteo Renzi. Sarà con lui a Palazzo Chigi, come sottosegretario. Con lui, anche Sandro Gozi, 45 anni, già collaboratore di Romano Prodi. Il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano conferma, tra gli altri, Luigi Casero come vice ministro dell'Economia. New Entry, alla Giustizia, Enrico Costa. Agli Inerni resta come vice Ministro Filippo Bubbico, Pd.
Scelta Civica conserva Carlo Calenda come vice ministro per lo Sviluppo Economico e Mario Giro, come sottosegretario agli Esteri. Alla Farnesina il vice Ministro è Lapo Pistelli, già avversario di Matteo Renzi alle primarie di Firenze. Per il gruppo Popolari Per l'Italia arriva al governo l'ex presidente delle Acli Andrea Olivero.