Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/lombardia-aggiornamento-dati-regione-covid19-491a3f61-baaa-45cf-bd22-fe94f5089d41.html | rainews/live/ | true
Coronavirus

Milano

Coronavirus in Lombardia. I dati dalla Regione: 960 nuovi casi e 203 decessi in più

Parla l'assessore regionale Silvia Piani (Famiglia e Solidarietà). Totale positivi: 67.931 (+960). Totali in terapia intensiva 851 (-50). Totale decessi 12.579 (+203). Totale ricoveri non in terapia intensiva 9.805 (-333). Dimessi 41.673 (-1.388), di cui 18.351 con un passaggio in ospedale (-1.112). I guariti sono 3.023 (+545).

Condividi
Il consueto punto giornaliero dalla Regione Lombardia, per l'aggiornamento dei dati relativi alla diffusione del coronavirus.

In Lombardia i casi positivi sono di coronavirus sono 67.931, 960 in più di ieri quando i casi erano 66.971. In crescita anche i decessi che nelle ultime 24 ore sono stati 203, pari a 12.579 dall'inizio della epidemia. I pazienti in terapia intensiva sono 851, 50 in meno rispetto a ieri. I ricoverati non in terapia intensiva sono 9.805, 333 in meno rispetto a ieri. I tamponi effettuati sono 277.197, di cui 6.711 da ieri. La provincia più colpita resta Milano, con 16.520 casi, di cui 408 in più da ieri di cui 6.709, con un incremento di 160 unità a Milano città.




16,5 milioni di euro per famiglie in difficoltà
Intanto la Regione Lombardia ha pubblicato il bando per accedere a 16,5 milioni di euro di contributi straordinari per aiutare le famiglie in difficoltà. Due le tipologie di contributi, entrambi da 500 euro non cumulabili e riservati a redditi Isee uguali o inferiore ai 30mila euro: uno per il mutuo prima casa e uno per l'e-learning (acquisto computer, tablet, etc.). Le domande potranno essere presentate dal 4 all'11 maggio. Il contributo può essere incrementato in base al Fattore Famiglia Lombardo (FFL). I destinatari della misura sono i lavoratori dipendenti (con rapporto di lavoro subordinato, parasubordinato, di rappresentanza commerciale o di agenzia), con riduzione della retribuzione lorda mensile pari o superiore al 20%; liberi professionisti o autonomi con riduzione del proprio fatturato (in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020) superiore al 33% del fatturato dell'ultimo trimestre 2019 o con decesso di un componente del nucleo familiare. "Stiamo garantendo il massimo impegno affinché i contributi possano giungere in tempi molto brevi. In considerazione dell'eventuale prolungarsi dell'emergenza sanitaria e delle conseguenti ricadute sulle famiglie, inoltre sotto l'aspetto economico e sociale, si valuterà un aggiornamento delle misure", spiega l'assessore regionale alla Famiglia, Genitorialità e Pari opportunità, Silvia Piani che ha presentato la delibera. L'istruttoria e la validazione delle domande sarà svolta dalle ATS e dagli Ambiti Territoriali con il supporto degli Utr (Uffici Territoriali Regionali). Alle ATS spetterà anche l'attività di coordinamento e monitoraggio quali-quantitativo della misura sul territorio, compresa l'applicazione dell'indicatore Fattore Famiglia Lombardo.

Tironi: investimenti senza precedenti
"Regione Lombardia scende in campo con una serie di azioni senza precedenti per sostenere le aziende, supportare e valorizzare il personale sanitario e rilanciare le opere pubbliche". Lo ha sottolineato, con una nota, la vicepresidente della Commissione sanità del Consiglio lombardo Simona Tironi. "E' questo il modo che Regione ha di intendere la sua presenza a fianco della nostra comunità, un sostegno concreto declinato in: 3 miliardi di investimenti in opere pubbliche, di cui 400 milioni per Comuni e Province per opere immediatamente cantierabili, 82 milioni dedicati ad un bonus per il personale impegnato in emergenza e 10 milioni per le aziende anti CoVid", spiega. "Non è esagerato - conclude Simona Tironi - definirlo un piano Marshall che supporterà la nostra comunità regionale da qui al 2022. I provvedimenti riguardano tutto il territorio regionale e vedono come sempre Brescia e la sua provincia al centro degli interventi".