Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/maltempo-codice-giallo-allerta-rossa-toscana-liguria-perturbazione-97396352-e1e3-4e31-8af8-c50460f5a037.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Arriva la perturbazione atlantica

Maltempo: allerta rossa in Liguria, a Genova scuole chiuse. Toscana sotto osservazione

Progressivo peggioramento delle condizioni, domani maltempo su quasi tutte le regioni settentrionali e sulla Toscana

Condividi
L'avvicinamento di una perturbazione di origine atlantica, nel corso della prossima notte, determinerà un progressivo e spiccato peggioramento delle condizioni meteo dapprima sulle regioni di Nord-Ovest e, nella giornata di domani, anche su quasi tutte le regioni settentrionali e sulla Toscana.

Ecco perché è stata valutata per la giornata di domani, allerta rossa sulla Liguria centrale, allerta arancione sul resto della regione e in Emilia-Romagna sud - occidentale, Piemonte settentrionale e Lombardia nord - occidentale.

E allerta gialla su ampi settori dell'Emilia-Romagna, del Piemonte e della Lombardia e sui bacini della Toscana settentrionale.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede da stasera precipitazioni da sparse a diffuse, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia-Romagna, specialmente sui settori occidentali, e Toscana, in particolare sui settori settentrionali.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Inoltre, dal primo mattino di domani, lunedì 4 ottobre si prevedono venti da forti a burrasca, dai quadranti meridionali, su Lombardia ed Emilia-Romagna. 

A Genova domani scuole chiuse
Allerta meteo rossa sulla Liguria, domani a Genova prevista la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. È quanto emerge dalla riunione del Coc, il centro operativo comunale.

Toti chiede massima prudenza
"Nella giornata di domani la Liguria sarà attraversata da una perturbazione di maltempo che prevede un quadro di criticità, con uno stato di allerta che dal primo pomeriggio sarà arancione nelle zone A, C, E e rossa nelle zone B e D. Raccomandiamo comunque la massima prudenza a tutti i cittadini liguri”. Così il presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti, e l’assessore alla Protezione Civile, Giacomo Giampedrone. Il presidente Toti ha chiesto ai cittadini liguri interessati dalle elezioni di anticipare il voto entro oggi.

A Carrara, si temono possibili eventi su zona apuana
I fenomeni che si stanno registrando nel levante ligure e le tendenze per le prossime ore portano a pensare che dalla serata di lunedì e per tutta la notte, si possano registrare precipitazioni molto intense e venti forti nella zona apuana, "ci attendiamo che già da domani il centro funzionale della Regione Toscana elevi l'allerta per la notte tra lunedì e martedì da gialla ad arancione".

Così il sindaco di Carrara (Massa Carrara), Francesco De Pasquale, che ha riunito il personale del Centro operativo comunale. Il primo cittadino precisa, in una nota, che domani, lunedì 4 ottobre, le scuole di ogni ordine e grado rimarranno aperte e che nel pomeriggio, quando saranno disponibili previsioni più dettagliate, insieme alla Protezione civile verrà valutato cosa fare nella giornata di martedì 5 ottobre.

"C'è grande preoccupazione - sottolinea ancora - perché le temperature particolarmente alte degli ultimi giorni, gli eventi di domenica scorsa e la 'lentezza' della perturbazione in arrivo potrebbero creare problemi importanti sul nostro territorio. Per questo stiamo predisponendo tutte le misure necessarie a gestire eventuali situazioni di emergenza".

Dalle 15 di domani, lunedì e fino a martedì mattina, la Sala operativa della Protezione civile sarà aperta. Per la notte tra lunedì e martedì potrebbe essere attivato il punto di accoglienza e prima emergenza presso Carrara Fiere. Come ulteriore precauzione nei giorni scorsi, su indicazione della Protezione civile, è stata effettuata una pulizia straordinaria delle caditoie e delle grate del sistema di smaltimento delle acque meteoriche nelle zone tradizionalmente soggette a criticità.