Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/maria-elena-boschi-renzi-ministri-totoministri-riforme-21e371c9-54c2-4bf0-be5a-7febc0583f1a.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Riforme e rapporti con il Parlamento

Maria Elena Boschi

Nel 2013 entra in Parlamento e diventa responsabile delle Riforme istituzionali della segreteria Renzi. Fedelissima di Matteo Renzi

Condividi
Il soprannome "Leoparda della Leopolda" se l'è guadagnato durante l'ultima kermesse renziana, organizzata proprio da lei: tacco 12 animalier e falcata sicura. Maria Elena Boschi, classe 1981, aretina, laureata in giurisprudenza, a 28 anni era già iscritta all'albo degli avvocati. Il suo anno d'oro è stato il 2013: entra in Parlamento e diventa responsabile delle Riforme istituzionali della segreteria Renzi. Oggi fedelissima del Segretario del Pd, alle primare di Firenze del 2009 appoggia il dalemiano Michele Ventura, ex vicecapogruppo alla Camera. Poi cambia idea, sostiene il sindaco di Firenze alle primarie 2012, l'anno dopo diventa responsabile dell'agenda Renzi. Entrata a Montecitorio a marzo, a maggio è segretario della Commissione Affari Costituzionali della Presidenza del Consiglio e Interni. Una carriera politica cui non mancano di aggiungerle il titolo di Miss Parlamento.