La ong tedesca Sea Watch scrive su Twitter. "Lasciati morire soli nel giorno di #Pasqua da un'Europa che parla a vuoto di solidarietà verso le persone che soffrono. 250 persone erano alla deriva da ieri su 4 gommoni. Oggi avvistamenti @Frontex li riportano ancora in mare e uno capovolto. Naufragato con le persone a bordo".">
Original qstring:  | /dl/archivio-rainews/articoli/migranti-sea-watch-naufragio-malta-tripoli-55e8854c-50df-4afe-954c-95179a397391.html | rainews/live/ | true
MONDO

250 persone su 4 barconi, uno capovolto

Migranti, si ribalta barcone. Sea Watch: "Naufragio annunciato tra Malta e Tripoli"

Condividi
Un numero ancora imprecisato di persone sarebbe morto in mare in seguito al naufragio di un barcone  affondato tra Malta e Tripoli. Lo denuncia in un tweet Sea Watch, spiegando che "250 persone erano alla deriva da ieri su 4 gommoni", che avevano a bordo un numero variabile tra 47 e 85 persone, e che una di queste imbarcazioni si è capovolta e le persone sono naufragate.

Segnalati già ieri
I quattro barconi - uno con 72 persone a bordo, uno con 47, uno con 55 e l'ultimo con 85 - sono stati segnalati ieri a Sea Watch da Alarm Phone, il servizio telefonico per i migranti in difficoltà. Era stata la stessa Sea Watch a chiedere l'intervento del Commissario europeo per i diritti umani "per chiarire che i diritti delle persone salvate in mare devono essere garantiti a prescindere da quale sia la nave che li soccorre". L'Ong ha quindi spiegato che l'agenzia europea Frontex ha oggi segnalato i barconi in mare, di cui uno capovolto.



La ong tedesca Sea Watch scrive su Twitter. "Lasciati morire soli nel giorno di #Pasqua da un'Europa che parla a vuoto di solidarietà verso le persone che soffrono. 250 persone erano alla deriva da ieri su 4 gommoni. Oggi avvistamenti @Frontex li riportano ancora in mare e uno capovolto. Naufragato con le persone a bordo".